Volvo V40 Cross Country D3 Long Test Drive

Prova su strada della Volvo V40 Cross Country D3 con motore diesel da 150 CV, trazione anteriore ed un prezzo che parte da 26.000 euro. I bassi i consumi che si attestano sui 4,4 litri nel ciclo combinato ne fanno una valida rivale della Volkswagen Golf 7

Volvo V40 Cross Country D3
Diciamo subito che la Volvo V40 Cross Country D3 da 150 CV di cui abbiamo effettuato la prova su strada nelle scorse settimane è una vettura sorprendente per design, prestazioni, consumi e livelli di sicurezza. La Volvo V40 Cross Country è presente a listino con prezzi a partire da 26.000 euro per la versione D2 Nova Plus Edition con motore a gasolio da 115 CV, che arrivano però a 38.500 euro per la V40 Cross Country T5 AWD Geartronic Summum con trazione integrale e motore benzina da 254 CV. Rispetto alla normale Volvo V40 la Cross Country ha misure lievemente diverse (4,80 metri di lunghezza e 1,80 di larghezza per la V40, 4,37 metri di lunghezza e 1,80 metri di larghezza per la Cross Country), ma ciò che differisce notevolmente è l’altezza dal suolo, maggiore di ben 40 millimetri rispetto alla versione standard. Differenti sono anche i cerchi in lega dal design inedito ed ampi fino a 19 pollici, così come la griglia frontale a nido d’ape, la sezione frontale con paraurti a contrasto, i binari sul tetto ed i fari diurni a LED verticali. Anche posteriormente notiamo differenze, come il paraurti a contrasto con piastra di protezione integrata.

Interni della V40 Cross Country
Gli interni sono assolutamente identici a quelli della Volvo V40 standard e garantiscono grande eleganza, estrema praticità ed un comfort di bordo di assoluto livello. La strumentazione è completamente digitale e personalizzabile nell’impostazione grafica, mentre l’abitacolo è caratterizzato da un’illuminazione a LED che varia da una tonalità rossa ad una blu a seconda della temperatura del momento o più semplicemente delle preferenze del conducente. La praticità è garantita da soluzioni intelligenti quali il capiente vano posto sotto il bracciolo (dove trovano spazio anche la presa USB/iPod o AUX), mentre nel tunnel centrale sono collocati due porta bicchieri ed una presa di corrente a 12V, nascosti in maniera sapiente da una serrandina. Troviamo poi altri vani porta occhiali, porta penne e porta bicchieri, sempre disposti in maniera logica e di facile accesso. I divani posteriori hanno gli schienali che possono essere abbattuti ed il vano di carico è ampio, permettendo così di stivare comodamente la spesa, attrezzi da lavoro oppure ovviamente i bagagli. Tra gli optional non possiamo non citare il “Cargo Organiser” che permette di tenere in ordine  tutti gli oggetti di piccole dimensioni ed il “Load Organiser” dotato di cintura fermacarico e due binari da fissare al pavimento.

I motori diesel della Volvo V40 Cross Country

La gamma di motori diesel è composta dai propulsori D2, D3 (quello da noi provato, da 150 CV) e D4. Quello più parco in quanto ad emissioni e consumi è il D2 1.6 litri da 115 CV e 285 Nm di coppia massima che accelera da 0 a 100 km/h in 11,9 secondi e consuma solo 3,8 litri di carburante ogni 100 km, con emissioni di CO2 di 99 g/km. Il D3 da 150 CV vanta invece 350 Nm di coppia massima, un propulsore davvero ottimo per il mercato italiano in quanto permette di ottenere prestazioni di riguardo (200 km/h e 0-100 km/h completato in 9,3 secondi) a consumi ridotti (4,4 litri / 100 km). Il top di gamma è invece il D4, un motore 2.0 litri a cinque cilindri da 177 CV e 400 Nm di coppia massima, in grado di accelerare da 0 a 100 km/h in 8,3 secondi e di non necessitare di consumi esagerati, visto che nel ciclo misto il consumo medio è di 5,2 litri / 100 km. Tutti e tre i propulsori diesel sono equipaggiati di serie con cambio manuale a sei marce ma si può anche scegliere, come optional, l’automatico a sei rapporti.

Volvo V40 e la sicurezza
Da sempre Volvo pone la massima attenzione sulla sicurezza attiva e passiva. Se già sulla Volvo V40 avevamo visto sistemi quali il City Safety, il Cruise Control attivo ed il Pedestrian Detection, sulla Cross Country troviamo dotazioni aggiuntive adatte ad una vettura con animo off-road: ci sono ad esempio la funzione Hill Hold per le partenze in salita e la Hill Descent Control che regola la velocità su strade con forte pendenza.

A bordo della Volvo V40 Cross Country
La prima cosa che notiamo una volta al volante della V40 è che i pulsanti sono tutti disposti in maniera intelligente e facile da raggiungere, mentre il sistema multimediale è completo e di facile comprensione. Le prese accendisigari per caricare i telefoni cellulari sono due: una sotto il bracciolo e l’altra sulla plancia. Una volta messo in moto il propulsore della Volvo V40 Cross Country non possiamo non apprezzare la brillantezza e la risposta pronta del motore a gasolio, vivace sia a bassi regimi che a velocità più sostenute, come abbiamo avuto modo di apprezzare nei lunghi tratti autostradali percorsi. La sensazione generale è quella di una estrema solidità, mentre anche alle alte velocità la rumorosità (che ad andature più blande era assente) è pressochè ininfluente, rendendo l’auto svedese perfetta per i lunghi viaggi.

Su strada con la Volvo V40 Cross Country
Volvo non è solo una bella compatta da guidare, ma soprattutto una vettura con cui macinare tanta strada in piena sicurezza e relax coi cavalli giusti, per togliersi qualche soddisfazione. Il DNA Volvo è rimasto inalterato pur passando dagli americani della Ford ai cinesi che hanno lasciato giustamente ampia autonomia ai progettisti ed ingegneri Volvo che hanno dato il meglio di se stessi con questa Volvo V40 che meriterebbe da parte della Casa di maggior promozione poichè molti ci hanno fermati durante la prova su strada per chiederci non solo come andasse ma anche notizie sul modello che non conoscevano e trovavano molto interessante!
A bordo, da brava Volvo, si respira subito una sensazione di sicurezza e si trova agevolmente la propria posizione ideale di guida con sedili nè rigidi come i tedeschi nè “molli” come le vetture mediterranee. Regolato sedile, specchietti e presa dimestichezza con tutti i comandi a portata di mano con una valida ergonomia abbiamo acceso il motore trovandoci subito a proprio agio grazie ad un preciso sterzo, un ottimo cambio ed un sistema frenante decisamente efficace.

L’assetto è molto interessante consentendo una guida comfortevole, ma con la giusta rigidezza per affrontare al meglio anche i percorsi misti e pure quelli tortuosi ed infarciti di piacevoli tornantini che la V40 affronta con grande piacere. Buona pure la visibilità, al pari del temperamento e delle prestazioni al top della categoria che si fanno ancor più apprezzare per merito dei consumi molto contenuti, sempre che non ci si lasci prendere la mano…

Una vettura decisamente da provare, equilibrata, sincera e che sicuramente ha un rapporto value for money competitivo.

 

ARTICOLI CORRELATI