Batteria dell’auto scarica: come ricaricarla e quando cambiarla

La batteria è uno degli elementi dell'auto a cui prestare particolare attenzione. Ecco quindi alcuni consigli utili per evitare che si scarichi, come fare a ricaricarla con i cavi o tramite l'accessione a spinta e quando è ora di cambiarla

Lo sapevate che in estate, con le alte temperature, la batteria della vostra auto si usura più facilmente? Il rischio è quello di ritrovarsi poi a settembre con una batteria poco efficiente, senza saperlo.

Ricordatevi che le conseguenze di una batteria auto danneggiata si ripercuotono sull’intera vettura. Ecco quindi alcuni consigli su come caricare la batteria dell’auto scarica e quali accorgimenti adottare per una corretta manutenzione.


Batteria auto scarica e come ricaricarla

Può capitare che a causa della batteria scarica l’auto non parta, ma cosa fare in questo caso? Come caricarla evitando di chiamare un’elettrauto o un carro attrezzi? E poi, quando è il caso di cambiarla? Ecco quindi alcuni consigli che possono rispondere a queste domande.

La batteria dell’auto si può scaricare per diversi motivi: dispersione di corrente, luci o fari dimenticati accesi oppure, da non sottovalutare, l’età stessa della batteria: con il passare degli anni, infatti, le batterie perdono efficienza e capacità di mantenere la carica. di seguito tenteremo di darvi alcuni consigli su come caricare la batteria auto.

carica batteria auto come funziona

Esistono due modi per far ripartire l’auto quando la batteria non ne vuole sapere di accendersi:

1. UTILIZZO DEI CAVI

 Una volta individuata la posizione della batteria (se non siete sicuri consultate il libretto d’uso) serve un’altra vettura da posizionare con il cofano aperto vicino alla vostra.

La procedura è la seguente:

  •  accendere l’auto con batteria carica spegnendo tutte le utenze come luci e radio;
  • prendete il cavo rosso e collegate un’estremità al polo positivo della batteria carica, contraddistinto da un +, e l’altra estremità al polo positivo della batteria scarica;
  • prendete poi il cavo nero e collegate un’estremità al polo negativo della batteria carica, contraddistinto dal segno -, e l’altra estremità al telaio della vettura scarica (un solido pezzo di metallo della scocca o del motore), non attaccare il cavo al polo negativo della batteria scarica poiché potrebbe provocare una scintilla;
  • accendete l’auto con la batteria carica e tenete il motore ad un regime di 2000/2500 giri per qualche secondo;
  • accendete poi la vettura con la batteria scarica e tenetela accesa con i cavi collegati per circa 10 minuti;
  • scollegare i cavi nell’ordine inverso rispetto a come li avete collegati;
  • dopo aver acceso l’auto e tolto i cavi viaggiate per una ventina di minuti con tutte le utenze spente per permettere all’alternatore di ricaricare la batteria.

Così l’auto dovrebbe ripartire, se per caso poi dovesse ricapitare è bene portare la vettura dall’elettrauto poiché potrebbe esserci una dispersione di corrente o un problema simile. Se invece l’auto non riparte nemmeno dopo averla caricata con i cavi vuol dire che batteria non funziona più quindi si dovrà cambiare.

2. ACCENSIONE A SPINTA

Si tratta di un metodo un po’ più faticoso, da considerarsi come ultima spiaggia, in quanto nelle vetture equipaggiate con marmitta catalitica potrebbe causare gravi danni al catalizzatore (fino a doverlo sostituire), quindi è bene considerarla come ultima opzione.

ricaricare batteria auto

La procedura è comunque la seguente:

  • spegnere tutte le utenze: luci, radio ecc;
  • girare la chiave d’accensione;
  • premere la frizione ed inserire la seconda o la terza marcia: la macchina sarà meno frenata; controllare di non aver il freno a mano tirato e non toccate i freni;
  • fatevi spingere o spingere la vettura;
  • quando che la vettura avrà preso abbastanza velocità, mollare la frizione e in contemporanea premere leggermente il pedale del gas.

La vettura dovrebbe accendersi senza tanti problemi a meno che non si sia ingolfata.


Consigli per evitare di scaricare la batteria dell’auto

Per evitare che si scarichi la batteria bastano pochi accorgimenti. Prima di tutto è bene tenere sotto controllo la carica della batteria, almeno una volta ogni 6 mesi con un semplice tester da elettricista.

Se non si usa la vettura per molto tempo è consigliato ricorrere ad un mantenitore di carica che provvede a mantenere stabile il livello di carica della batteria.

Tra i consigli più conosciuti c’è poi quello di non dimenticarsi i fari accesi a vettura spenta, oppure ascoltare per un periodo di tempo troppo prolungato la radio a vettura spenta poiché si scaricherebbe in fretta la batteria.

Infine, girata la chiave è consigliato aspettare che si spengano le spie dal quadro strumenti prima di procedere all’accensione del motore, per evitare di rovinare sia il motorino d’accensione che la batteria stessa.

Quando cambiare batteria auto

È raccomandato di cambiare la batteria dell’auto ogni 5-6 anni poiché con il tempo queste tendono a perdere la loro capacità di mantenere la carica ed impiegano più tempo per caricarsi mediante l’alternatore.

- Autore Article URL: https://www.infomotori.com/guide/batteria-dell-auto-scarica-come-ricaricarla-e-quando-cambiarla_71913/

Annunci Privati
Vuoi vendere la tua Auto?

Inserisci il tuo annuncio

Gratis