WRC Messico – Giorno 2: Kris Meeke in lizza per il podio con la sua C3 WRC

Il pilota britannico termina in seconda posizione mentre Loeb è al quinto posto

Vicende alterne per il Citroën Total Abu Dhabi WRT in questa giornata di gara, dapprima con l’autorevole conquista del comando da parte dello storico equipaggio Sébastien Loeb e Daniel Elena, seguita purtroppo da una sfortunata foratura che li ha costretti alla quinta posizione. Kris Meeke e Paul Nagle, altrettanto agguerriti, sono risaliti in seconda posizione con un nuovo scratch ed ora si trovano molto vicini al podio finale.

Iniziata con la Prova Speciale di quasi trentun chilometri di Guanajuatito, la seconda giornata di gara è stata una vera sfida. Questa Speciale è rinomata perchè propone tutte le difficoltà che rendono il Rally del Messico così appasionante ed impegnativo: strade incredibilmente strette e tecnicamente impegnative, insidiate da pietre e sassi che richiedono una guida precisa ma flessibile.

Ed è proprio su questo terreno impegnativo che Sébastien Loeb ha deciso di dare il massimo: l’eclettico pilota di 44 anni si portava al comando con un nuovo scratch, il suo terzo dall’inizio del rally! Conferma della perfetta sintonia dell’Alsaziano con la sua C3 WRC, particolarmente competitiva in questo week-end. Anche Kris Meeke non è stato da meno, visto che il pilota Britannico risaliva in terza posizione nella prima parte della giornata vincendo la successiva Speciale (PS12). I due piloti dunque concludevano la prima parte della gara rispettivamemte in prima e terza posizione.

Sfortunatamente, l’eccellente prova di Sébastien Loeb e Daniel Elena era destinata a durare poco. Una foratura all’inizio del pomeriggio (PS14) ha causato al nove volte campione del mondo del WRC un ritardo di oltre due minuti, facendo svanire il sogno del podio. Questa disavventura non toglie nulla all’incredibile prestazione, sei anni dopo la loro ultima partecipazione in Messico e oltre tre anni dopo il loro ultimo rally WRC.

Anche Kris Meeke ha combattuto per guadagnare una posizione nella classifica. Nonostante un testa-coda (PS15), il pilota di 38 anni è riuscito a conservare la seconda posizione fino al termine della giornata, con un distacco di 10” 9 secondi dal terzo equipaggio.

Con distacchi così ridotti, la tappa finale di domenica – che prevede tre Speciali, per un totale di 46.46 chilometri – promette di essere altrettanto emozionante !

Tag:
ARTICOLI CORRELATI
RUOTE IN RETE