Prova su strada Hyundai Kona: il Crossover 4×4 tra prestazioni e avanguardia

Abbiamo provato la nuova Hyundai Kona al lancio stampa e poi, con più calma, a casa nostra. Una doppia prova estremamente approfondita per scoprire meglio il segmento più fortunato di questi anni, perfettamente rappresentato dal crossover coreano. Ecco la nostra prova

Doppio test drive per la Hyundai Kona, la grande novità di fine 2017 che parte alla grande e cattura da subito le preferenze degli automobilisti italiani. In un mercato, quello dei SUV di segmento B, cresciuto ben sei volte negli ultimi sei anni, la Casa coreana dell’ “H” stilizzata ha completato la gamma del settore SUV con il veicolo che mancava, davvero accattivante e capace di attrarre subito il consenso di chiunque lo veda transitare per  strada, confermato più tardi con una visita più approfondita in concessionaria. Un successo scaturito da subito, visto il cospicuo numero di test drive, ben 1.500, nel primo porte aperte di lancio. A disposizione degli automobilisti ce ne sarà un altro il prossimo fine settimana del 25 e 26 novembre.

Doppio test dicevamo, in quanto il primo effettuato a Firenze città e sui colli toscani con la motorizzazione più performante, l’1.6 turbo benzina da 177 Cv con cambio automatico a doppia frizione DCT; il secondo fra le strade amiche di casa, in tranquillità e relax, senza fretta, con il propulsore più piccolo, l’1.0 – un 3 cilindri turbo benzina con cambio manuale a  6 marce – da 120 Cv. Un test drive davvero completo, probante, che ha messo in mostra tutto quello che c’era da scoprire di questa Kona, che si instaura proprio nel cuore del segmento B dei SUV, cioè quelli più trasversali, ovverosia adatti molto bene sia alla città sia alla campagna, alle strade extraurbane e alle autostrade. L’1.6 a doppia frizione è il non plus ultra in fatto di scorrevolezza di marcia e performance in ogni condizione, con un handling appropriato e un’adeguata tenuta di strada; l’1.0 è l’Urban Suv scattante e docile in ogni circostanza, che non disdegna allunghi e autostrada, grazie al cruise control e ai numerosi sistemi di sicurezza. Due versioni diverse nelle motorizzazioni, ma non nei contenuti.

La Hyundai con questo prodotto ha centrato in pieno le aspettative della clientela, quella pronta a fare il salto di qualità dalla berlina o dalla city car, così come quella già proprietaria di un SUV, ma rivelatosi troppo grande o troppo piccolo. La giusta via di mezzo che va a braccetto con le esigenze di milioni di automobilisti, che negli ultimi anni si sono affacciati a questo tipo di veicolo, che sta avendo un enorme successo un po’ dappertutto, essendo riuscito a dare la paga alle station wagon, come pure ai monovolume.

Un prodotto davvero azzeccato, costruito ex novo su una piattaforma ad hoc in stile europeo, inedita, già predisposta per le motorizzazioni a gasolio, che arriveranno in estate, come pure quelle elettriche, che andranno ad arricchire il palmares Hyundai ricco di ben 180.000 SUV venduti in Italia dal 2001 (anno del lancio della Santa Fe), dei quali ben 47.000 del modello Tucson, dal suo lancio nel settembre del 2015.

Un modello di conquista, la Kona, che fonda i suoi pilastri nell’innovazione, nella tecnolgia e nel Lifestyle, un fattore quest’ultimo che ultimamente sta facendo passi da gigante. e proprio per questo la new entry coreana offre linee accattivanti e di forte impatto, con proiettori a LED  e il tetto disponibile in due varianti di colore, da abbinare a 10 originali colorazioni di carrozzeria, tutte con tinte quasi inedite e dal forte impatto visivo. All’interno le cuciture a contrasto su sedili e volante, come pure le cornici attorno alle bocchette, al tasto di accensione e alla leva del cambio dello stesso colore della carrozzeria, che sottolineano uno spirito moderno.

Insomma, un SUV compatto, disponibile anche a 4 ruote motrici e con cambio automatico a doppia frizione e 7 rapporti, abbinati ai più recenti propulsori Hyundai, silenziosi ed efficienti. Tante pure le novità di casa Hyundai che debuttano sulla Kona (il nome deriva da un distretto di Big Island, nelle Hawaii, dove corrono gli IronMen nel campionato del mondo di specialità), come l’Head-up Display, che con la sua illuminazione bilanciata ed evoluta garantisce una guida ancora più sicura e piacevole; il Multi Media System che permette l’utilizzo di Apple CarPlay e Android Auto sullo schermo touch da 7″, rendendo così la connettività accessibile a tutti, e il sistema audio Krell, che permette ottime qualità sonore grazie all’amplificatore e 6 speaker.

Molto ricco ed elevato il pacchetto dei sistemi di sicurezza attiva, incluso quello della Frenata autonoma d’Emergenza con Rilevamento di Veicoli e Pedoni, il sistema di Mantenimento della corsia, l’illuminazione statica degli angoli, la Gestione autonoma dei fari abbaglianti, il Driver Attention Warning e il Rilevatore dell’angolo cieco. Da non dimenticare che Hyundai è l’unica casa automobilistica al mondo che produce in proprio l’acciaio per le autovetture, così da poter sviluppare acciai sempre più leggeri e ad alta resistenza agli urti. Ne deriva una struttura leggera e robusta che migliora le prestazioni dinamiche e aumenta la sicurezza dei passeggeri.

L’anteriore della Kona ha un aspetto avveniristico, con linee eleganti e ben definite. Il frontale è fortemente espressivo e cattura da subito l’attenzione con il look accattivante della “Cascading Grille”, la famosa griglia a cascata motto stilistico del design Hyundai, assieme al nuovo gruppo ottico che ne accentua il carattere, con le luci diurne a LED posizionate al di sopra dei fanali. Lo stile della carrozzeria è solido e robusto, enfatizzato dalle proporzioni studiate per il modello e dai cerchi in lega da 18″, molto eleganti e audaci. A disposizione 4 configurazioni, dalla Classic alla Comfort, dalla X-Possible alla Style, la meglio equipaggiata.

 

dav

 

La Kona è al momento disponibile con i due motori a benzina sopra citati, che offrono ottime prestazionie e consumi limitati. A giugno del prossimo anno arriverà la nuova generazione di motori diesel, da 115 e 136 Cv, con trasmissione manuale e, a richiesta, automatica 7DCT. Parallelamente farà il suo debutto la versione 100% elettrica, il primo B-Suv a zero emissioni che arriverà sul mercato con un’autonomia che raggiungerà i 500 km.

Per non penalizzare gli automobilisti che prediligono i motori a gasolio, ma nel contempo non vogliono rinunciare a guidare una Kona, la Hyundai Italia ha messo a disposizione un ottimo sistema di finanziamento in offerta lancio fino al 31 dicembre, che agevola l’utente nell’eventuale cambio vettura a metà del prossimo anno. In pratica si viaggia con una Kona a benzina per 11 mesi senza alcun anticipo e una minima rata di 269 euro al mese, con possibilità di uscita anticipata senza penali. Quando arriva la vettura diesel ordinata si paga il rimanente 46% del prezzo di listino, inferiore ai 10mila euro. Un ottimo affare è anche il prezzo finale di lancio che, con lo sconto totale di 3.500 euro, costa soltanto 14.950 euro.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPin on PinterestEmail this to someonePrint this page

- Autore Article URL: http://www.infomotori.com/4x4/prova-su-strada-hyundai-kona-il-crossover-4x4-tra-prestazioni-e-avanguardia_153332/

Vuoi tenerti aggiornato su Hyundai Kona?


Ti stai iscrivendo alla Newsletter di:

OK Ho letto ed accetto l'informativa sulla Privacy ai sensi del D.Lgs. 196/2003


Annunci Privati
Vuoi vendere la tua Auto?

Inserisci il tuo annuncio

Gratis