VOTO 4/5 su 20 voti
CLICCA E VOTA
Grazie per il tuo voto!
Hai già votato!
A3

Festa dei 20 anni proprio in corrispondenza del GP Nuvolari per Audi A3: venne infatti lanciata nel 1996 e già all'epoca ruppe gli schemi del mercato proponendosi come prima vettura premium nel segmento delle compatte. La A3 si è poi evoluta negli anni fino a prendere altre forme come la cabrio e la sedan ed oggi si presenta al mercato in una versione ancora più evoluta e più ricca. In questi 20 anni ha venduto 1 milione di vetture in tutto il mondo in tutte le sue varianti ed è stata insignita del premio World Car Of The Year 2014. Audi è legata al Gran Premio Nuvolari da ben 19 anni e quest’anno ha deciso di impiegare ben 10 vetture come apripista per la competizione mantovana.

La nuova Audi A3

Quali sono gli elementi stilistici che maggiormente caratterizzano questa nuova versione di Audi A3 ?  Partendo dall’anteriore si fa notare il single frame che ha un look più deciso, piatto ed affilato. I nuovi proiettori anteriori sono Xenon Plus già dalla versione base ma si possono aver anche Full Led o Audi Matrix LED. Il paraurti anteriore ha un design rivisitato, più aggressivo ed anche il diffusore posteriore ha un nuovo look migliorato e con un design più deciso. I gruppi ottici posteriori hanno un design tridimensionale che conferiscono carattere alla vettura. Una evoluzione lineare e non stravolgente, ma forse è proprio questo che caratterizza il successo della compatta premium.

Gli interni

Le linee sportive degli esterni sono riprese anche all'interno della vettura: il volante a tre razze (che può essere riscaldato grazie ad un optional dedicato) può essere integrato dai bilancieri per comando della trasmissione e la plancia, snella ed appiattita, pone i comandi in posizione economica. La novità più importante è sicuramente l’Audi Virtual Cockpit: innovativa soluzione di visualizzazione che per la prima volta viene resa disponibile nel segmento C. Oltre ad un innegabile vantaggio di carattere estetico si ha anche un concreto beneficio in termini di sicurezza in quanto il guidatore non deve mai distogliere lo sguardo dalla sede di guida. Attraverso il tasto “view” si può scegliere tra modalità di visione in versione classica, che riproduce quasi fedelmente gli strumenti analogici ed una versione denominata “infotainment” che mette in primo piano una finestra centrale dedicata alle funzioni multimediali e che pone meno risalto a contagiri e tachimetro.  Si tratta di un vero proprio gioiello tecnologico basato su di un display da 12,3 pollici TFT  con una risoluzione di 1.440 x 540 pixel.  La tecnologia sembra quella di un videogioco ed in effetti il processore grafico impiegato è fornito dal partner NVIDIA. Certo è un gadget che va acquistato separatamente tuttavia una volta sperimentato è difficile tornare indietro perché sembra davvero di essere in un’auto del futuro.  Oltre alle classiche informazioni legate al numero di giri ed alla velocità vengono presentate diverse informazioni quali ad esempio le mappe con animazioni dinamiche, le dotazioni di infotainment per arrivare fino alla grafica dei sistemi ausiliari.

I motori

La gamma dei motori di Audi A3 comprende un totale di sei propulsori: tre a benzina e tre diesel con uno spettro di potenze che passa dai 110 cavalli del 1.0 litri benzina 3 cilindri TFSI per arrivare ai 190 del 2.0 litri TFSI benzina e proprio questi due estremi sono le grandi introduzioni di questa nuova versione. Il primo è un piccolo propulsore della cilindrata di 999 cm3 in grado di sviluppare una potenza di 115 cavalli e di accelerare da 0 a 100 in 9,7 secondi con una velocità massima di 206 km/h. Per quanto riguarda i consumi vengono dichiarati 4,5 l per 100 km e la tesi degli ingegneri è che questo piccolo propulsore sia comunque sufficiente per garantire uno stile di guida fluido, divertente ma mai sottodimensionato rispetto alla massa del veicolo. Il segreto pare sia il suo peso di soli 88 kg che ne fa un vero proprio gioiello della tecnica. A discrezione del cliente può essere abbinato al cambio manuale oppure alla trasmissione S Tronic.

La versione intermedia da 1,4 l (TFSI COD Ultra) esprime una potenza da 150 cavalli ed è equipaggiato con il sistema COD (Cylinder on demand) per disattivare il secondo e terzo cilindro in modo da ridurre ulteriormente i consumi. I top di gamma benzina è espresso dal motore 2.0 TFSI da 1984 cm3 ed una potenza di 190 cavalli con una coppia di 320 Nm. Lo scatto iniziale è bruciante e grazie al cambio S Tronic riesce a raggiungere i 100 km/h in soli 6,7 secondi e permette di volare alla velocità massima di 244 km/h. Il quattro cilindri high-tech rappresenta per Audi una nuova filosofia che permette ai propri clienti di ottenere dei consumi e prestazioni effettivamente proporzionati allo stile di guida grazie ad un sapiente processo di combustione che fa estrarre ancora più energia da ogni ciclo di lavoro.

Il motore 1.6 litri TDI diesel è stato oggetto della nostra prova su strada e nonostante sui social qualcuno abbia espresso dubbi riguardo una cilindrata così ridotta mi sento di dire che non ho mai avuto la percezione di essere in debito di potenza ma anzi i 110 cavalli sono più che sufficienti per togliersi qualche sfizio. Il diesel compatto registra consumi straordinari e secondo i tedeschi in media bastano 3,8 l di carburante per percorrere 100 km. In occasione della nostra prova su strada abbiamo registrato consumi superiori per via del fatto che ci siamo concessi qualche libertà sui passi montani che hanno collegato Modena a Forte dei Marmi. È chiaro che il 2.0 TDI da 1968 cm3, che può esprimere 150 oppure 184 cavalli, è tutta un’altra storia perché oltre ai consumi tendenzialmente ridotti offre potenza più che in abbondanza.

Da notare che le versioni di accesso gamma dotate del 1.6 TDI  si presentano con un prezzo di attacco più competitivo di €600 rispetto alla generazione precedente pur avendo una serie di dotazioni in più quali fari allo xeno,  il sistema Audi Drive Select ed il volante multifunzione.

La trasmissione della nuova Audi A3

Audi abbina le motorizzazioni con trazione anteriore ad un cambio manuale a sei rapporti oppure all'ormai noto S Tronic a sei o sette rapporti. La scelta è di carattere assolutamente individuale e nella nostra prova su strada abbiamo avuto modo di ricordare quanto possa essere piacevole il cambio manuale che comunque si è dimostrato preciso negli innesti anche in caso di guida sportiva. Il cambio S Tronic a sette rapporti è ormai noto e propone due modalità di guida: D ed S, per una guida più sportiva.

Da menzionare il sistema di controllo della dinamica di marcia Audi Drive Select che permette di ridurre ancora ulteriormente i consumi grazia d’una funzione di disaccoppiamento del motore.

La sicurezza attiva

Grazie a nuovi ed innovativi sistemi di assistenza alla guida Audi A3 è ancora più sicura ed alza il livello di dotazione di sicurezza presenti nelle compatte premium. Alcune dotazioni sono di serie mentre altre possono essere richieste singolarmente oppure incluse negli specifici pacchetti offerti dal produttore tedesco.

Tra le diverse dotazioni di sicurezza da menzionare la funzione di assistente al traffico, attiva fino ad una velocità massima di 65 km/h e che regola la distanza dal veicolo che ci precede ed interviene eventualmente sullo sterzo. Sulla base ai dati forniti da sensori radar il sistema guida l’auto dentro gli spazi disponibili, orientandosi anche in base la segnaletica orizzontale ed agli altri veicoli che precedono. In caso di emergenza e qualora non rilevasse alcun tipo di attività sullo sterzo da parte del conducente può inizialmente inviare segnali acustici e leggeri colpi di freno per poi arrivare ad effettuare un vero e proprio arresto del veicolo. A corredo troviamo altri sistemi di assistenza alla guida disponibili a richiesta come il sistema Audi pre sense front che scansione la strada a qualsiasi velocità per individuare gli altri veicoli e fino a 65 km/h per individuare eventuali pedoni interviene attivamente rallentando oppure arrestando completamente il veicolo.

I prezzi della nuova Audi A3 partono da € 25.100 della versione A3 Sportback con propulsore 1.0 TFSI da 110 CV ed arrivano ad euro 34.300 per la versione 2.0 TFSI 190 VC S Tronic Quattro. Per quanto riguarda invece le motorizzazioni diesel si parte con i € 27.800 della versione 1.6 TDI da 110 CV per arrivare ai 31 mila 900 nella versione 2.0 TDI 150 CV Quattro. Da qui si apre poi un mondo di personalizzazioni e versioni a seconda delle esigenze individuali.

Testi e foto: Alessio Sanavio