Blowcar, la prima auto gonfiabile

Presente al Motor Show di Bologna la prima auto gonfiabile. La microcar ecologica si caratterizza per l'utilizzo di materiali di derivazione aeronautica, un pesoe consumi ridotti

BlowCar, la prima auto gonfiabile al Motor Show 2011
Al Motor Show di Bologna c’è ampio spazio per le auto ecologiche. Molta curiosità per una di queste: si tratta della Blowcar, prototipo della prima mini auto gonfiabile.
I materiali utlizzati sono di derivazione aeronautica che garantiscono una maggiore sicurezza  ed anche un peso e dei consumi ridotti.

BlowCar: progetto italiano
L’architetto Dario Di Camillo è l’ideatore del progetto Blowcar, realizzato tutto in Italia tra Torino e Pescara.
Per la prima volta un’auto utilizza la tecnologia degli inflatable systems, strutture gonfiabili oggi applicate nel settore aerospaziale (ad esempio per gli scivoli d’emergenza degli aerei, nei paracadute e negli airbag per sonde aerospaziali). Queste sostituiscono in parte le lamiere esterne garantendo un abbattimento dei consumi, grazie alla maggiore leggerezza, abbinato a un forte aumento della sicurezza in caso di urti.
Ma oltre alla sicurezza c’è un aspetto fashion grazie al tessuto-gomma che veste la BlowCar: con la semplice sostituzione delle parti gonfiabili si può personalizzare la propria Blow Car come si preferisce.

Blow Car disponibile da dicembre 2012
BlowCar è disponibile sul mercato a partire da dicembre 2012 in tre motorizzazioni: endotermico (tradizionale), ibrido ed elettrico.
È prevista anche una versione cabrio, la BlowCabrio nelle tre diverse livree personalizzabili di BlowChameleon, per incontrare i gusti di un target di giovani e giovanissimi desiderosi di esprimere la propria fantasia e la propria personalità.
Inoltre, disponibili anche le versioni BlowEco e la BlowRoad.

ARTICOLI CORRELATI