Sergio Marchionne

La scheda del famoso Amministratore Delegato di Fiat e Presidente di Chrysler, noto per il salvataggio del marchio americano e per aver riportato il gruppo Fiat all'utile nel 2006

Sergio Marchionne, nato a Chieti nel 1952, è un alto dirigente d’Azienda italiano e ricopre numerose cariche amministrative fra cui le più conosciute sono quelle di Amministratore Delegato del Gruppo Fiat e di Presidente della Chrysler Group.

Dagli studi in Canada al ruolo in Fiat
Dopo aver trascorso buona parte della propria vita, il periodo degli studi e l’inizio della carriera in Canada, nel 2002 viene nominato Amministratore Delegato del Gruppo SGS di Ginevra, azienda leader a livello mondiale nei servizi di ispezione e certificazione, i cui conti vengono risanati in soli due anni di gestione da parte di Marchionne, che si fa così notare tanto che proprio Umberto Agnelli lo vuole fin dal 2003 nel Consiglio d’Amministrazione Fiat.

Il rilancio del Gruppo Fiat: Grande Punto e Fiat 500
Molto apprezzato nel mondo dell’economia e della finanza internazionale nel 2004, dopo la scomparsa di Umberto Agnelli, viene nominato amministratore delegato del Gruppo Fiat.
In soli due anni il marchio Fiat torna all’utile grazie a due modelli strategici che ne segnano il rilancio e la nuova visione: si tratta di Fiat Grande Punto, auto più venduta tra il 2006 e il 2007, e Fiat 500 progetto da sempre in cantiere e mai realizzato fino ad allora.

Tentativo di acquisizione di Opel, acquisizione Fiat Chrysler
Altro anno cruciale è il 2009, in cui Sergio Marchionne tenta di espandere la proprietà del Gruppo con nuovi marchi internazionali, in grado di rendere Fiat la seconda azienda mondiale nel settore. Fallito il tentativo di acquisire la Opel da General Motors, l’Italo-Canadese trova invece, dopo una lunga trattativa, un accordo con Chrysler di cui Fiat diventa possessore del 20% delle azioni dando il via ad un reciproco scambio di know how tecnologico.

Acquisito nel 2009, il marchio americano viene portato in due anni dal fallimento pilotato al ritorno all’utile, avvenuto nel primo trimestre del 2011, anno in cui la partecipazione Fiat sale al 53,5 %

Nuova Fiat Panda 2012
Attualmente è impegnato nel lancio di un altra icona della storia Fiat, ovvero la Nuova Fiat Panda 2012

 

 

Tag:
ARTICOLI CORRELATI