Lexus CT 200h – Test Drive

SU STRADA Nella guida il motore a benzina entra naturalmente in gioco ed allora il silenzio del motore elettrico viene sostituito dal rombo del motore termico. I 99 CV di quest’ultimo non assicurano alla vettura uno sprint eccezionale, cosa che però passa in seconda linea vista la comodità dell’auto, il comfort e la precisione del […]

Abbiamo guidato, la nuova Lexus CT 200h, prima compatta premium del marchio di lusso della Toyota. Il test drive internazionale si è svolto sulle strade del Portogallo.
Tratti distintivi della nuova berlina giapponese, ma studiata per il mercato europeo, il design accattivante e giovanile (anche se una certa stonatura tra il frontale, tipicamente Lexus, e la coda massiccia, esiste), la fniture di lusso degli interni e, naturalmente, la tecnologia Lexus Hybrid Drive.
Dimensioni da berlina media, è lunga infatti 432 cm, larga 177 e alta 143, ma con finiture interne di gran pregio, la Lexus CT 200h sarà una brutta gatta da pelare per le compatte premium tedesche, a cominciare dalla BMW serie 1 alla Audi A3.

Parliamo prima della motorizzazione e del sistema Lexus Hybrid Drive, che da alla CT200 h quel di più rispetto alla concorrenza. Equipaggiata con un motore a benzina di 1800 cc da 99 CV e da una potente motore elettrico da 82 CV, sviluppa in totale 136 CV, potenza non eccezionale che però le fa consumare soli 3,8 l di carburante per 100 km con emissioni di particolato praticamente nulle e di 87 g/km di CO2. Il sistema full hybrid di seconda generazione presenta un motore termico 1.8 VVT-i, un potente motore elettrico, un generatore, una batteria NI-MH ad alto voltaggio, un’unità di controllo della potenza e un dispositivo di divisione della potenza, il quale impiega un cambio planetario per combinare e distribuire la potenza dal motore termico a quello elettrico e al generatore, a seconda delle necessità di guida e lo fa in maniera totalmente automatica.

Il motore elettrico, il generatore, il meccanismo per la distribuzione della potenza e l’adattatore di riduzione della velocità del motore sono tutti alloggiati in una scatola di trasmissione molto leggera e compatta, paragonabile per dimensioni a quella di un cambio convenzionale. Sono i vantaggi della nuova trasmissione al centro del sistema Lexus Hybrid Drive.
L’uniformità della trasmissione di questo sistema full hybrid viene controllata da una tecnologia Shift-by-Wire mediante un sistema elettronico a leva. La stessa leva del cambio, una volta rilasciata, è studiata per tornare automaticamente alla posizione di base, mentre la posizione del cambio può essere controllata sull’indicatore integrato all’interno del quadro strumenti del guidatore.

SU STRADA

Nella guida il motore a benzina entra naturalmente in gioco ed allora il silenzio del motore elettrico viene sostituito dal rombo del motore termico. I 99 CV di quest’ultimo non assicurano alla vettura uno sprint eccezionale, cosa che però passa in seconda linea vista la comodità dell’auto, il comfort e la precisione del servosterzo elettrico. Nei 200 km percorsi a Lisbona e nel suo circondario abbiamo potuto apprezzare innanzitutto la comodità della nuova Lexus, più che le doti di velocità.
È doveroso citare i numerosi sistemi di sicurezza attiva e passiva che sono all’altezza della classe della vettura che vanno dal sistema Pre-Crash con cruise control adattivo, alla gestione elettronica della frenata rigenerativa, al controllo della trazione, agli 8 air bag. Tutto è stato studiato per ottener il massimo punteggio Euro NCAP.

25 Foto

Per tutti gli interventi di manutenzione ordinaria, la rete di assistenza Lexus offre il servizio di prelievo e riconsegna a domicilio Pick Up & Delivery. Un incaricato specializzato e qualificato preleverà la vettura presso il domicilio o l’indirizzo indicato lasciando per tutta la durata dell’intervento un’auto sostitutiva, limitando così al minimo i disagi. Per una tranquillità totale, il servizio prevede la copertura completa dai rischi derivanti dalla circolazione dei veicoli nelle fasi di trasferimento.
Non riusciremo mai ad abituarci al perfetto silenzio al momento dell’avviamento della vettura. Le prime volte capita che uno spinge 2 volte il pulsante di avvio cosa che naturalmente determina lo spegnimento del motore elettrico. Superata questa fase iniziale la vettura parte sempre senza il mini mo rumore. Ora si può scegliere la modalità di guida: oltre a quella NORMAL, si possono selezionare altre 3 modalità: EV, ECO e SPORT. La selezione avviene tramite il selettore posizionato sulla console centrale. All’accensione ed a velocità inferiori ai 45 km/h, la CT 200h passa automaticamente alla modalità EV, funzionando con il solo ausilio del motore elettrico.

Gli interni sono molto curati ed eleganti. Il cruscotto si divide in due zone, una superiore di visualizzazione con schermo LCD da 7“ e una inferiore di controllo per le operazioni delegate al guidatore. Saliti a bordo si è subito colpiti dalla posizione di seduta molto bassa, comoda ma che impedisce di vedere per esempio, dove finisce il cofano della vettura. Nonostante il passo di ben 260 cm, lo spazio per le ginocchia deii passeggeri posteriori non è eccelso, a differenza di quelli anteriori che sono più che spaziosi. Quello che manca al guidatore, forse, è la possibilità di alzare il sedile. Per i viaggi lunghi poi la capacità del bagagliaio di 375 l, se si viaggia in quattro è da amministrare con saggezza. Diverso il discorso quando si è in due: i sedili posteriori si ripiegano in rapporto 60:40 è la capacità del bagagliaio cresce fino a 985 l.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPin on PinterestEmail this to someonePrint this page

- Autore Article URL: http://www.infomotori.com/auto/lexus-ct-200h-test-drive_42694/

Vuoi tenerti aggiornato su Lexus CT?


Ti stai iscrivendo alla Newsletter di:

Ho letto ed accetto l'informativa sulla Privacy ai sensi del D.Lgs. 196/2003


Continua
X
X