USATA
cerca auto nuove
NUOVA
SPECIALE

Bugatti Veyron finita nel lago: il proprietario condannato per truffa

Andy House, l'uomo che al volante della sua Bugatti Veyron si inabissò in un lago sostenendo di essere stato quasi attaccato da un pellicano, è stato condannato per frode ed ora rischia fino a 20 anni di galera

Non tutte le ciambelle riescono col buco, specialmente se state tentando di truffare una compagnia assicurativa e qualcuno, purtroppo per voi, filma il vostro maldestro tentativo. E’ quanto capitato al signor Andy House, l’uomo che nel 2009, al volante della sua Bugatti Veyron, finì in un lago a La Marque, Texas, dopo aver perso il controllo della sua supercar a causa dell’attacco (???) di un pellicano. La Veyron venne dichiarata sostanzialmente morta, un rottame, dato che il motore venne tenuto acceso nell’acqua per ben 15 minuti, rendendolo di fatto inutilizzabile ed irreparabile.

Già all’epoca i fatti apparvero piuttosto sospetti ma, a conferma di ciò, arrivò anche il filmato di una persona che si trovava sul posto e che riuscì a dimostrare come in realtà nessun pellicano si fosse minimamente avvicinato alla vettura. L’obiettivo del guidatore era quello di intascare il premio di assicurazione, pari a circa 2,2 milioni di dollari, cifra molto più alta rispetto al milione di dollari pagato per l’acquisto dell’auto. Alcuni dettagli non proprio chiari, come l’assenza di segni di frenata sull’asfalto ed il video realizzato, hanno fatto subito capire che qualcosa non andava.

Ora, a quasi 5 anni di distanza, arriva la condanna, con la pena che potrebbe essere pari a 20 anni di prigione, con l’aggravante che House tentò anche di pagare un malvivente affinchè rubasse e distruggesse la Veyron.

SPECIALE
SPECIALE
TUTTO SU Bugatti Veyron
Articoli più letti
RUOTE IN RETE