Lamborghini Huracán di Papa Francesco, prezzo record di 715 mila euro

La Lamborghini Huracán RWD donata dalla Casa di Sant'Agata a Papa Francesco è andata venduta all'asta con RM Sotheby's ad un prezzo di 715 mila Euro. Il ricavato andrà in beneficenza.

Battuta d’asta speciale all’RM Sotheby’s di Montecarlo dove una Lamborghini Huracán RWD di Papa Francesco è stata venduta per una cifra record, 715 mila euro, quasi quattro volte il prezzo di listino della sportiva, proposta in Italia a partire da 185 mila euro.

L’esemplare unico donato il 15 novembre 2017 a Sua Santità ha attirato le offerte dei collezionisti che hanno fatto
schizzare alle stelle il prezzo di vendita della coupé a trazione posteriore per la quale gli esperti della casa d’aste avevano
inizialmente stimato un valore compreso tra i 250 e i 350 mila euro.

La Lamborghini Huracán LP580-2 del Papa è stata realizzata dal dipartimento Ad Personam della Casa di Sant’Agata
Bolognese che l’ha totalmente personalizzata rendendola un esemplare unico. La vettura si presenta di colore bianco
Monocerus con strisce in Giallo Tiberino, retorico richiamo ai colori della bandiera di Città del Vaticano: l’abbinamento cromatico è ripreso anche negli interni di pelle nera e bianca con impunture gialle a contrasto. Dettaglio che ha influito sensibilmente sul prezzo di vendita è stato l’autografo di Sua Santità durante la consegna della supercar. Cofano firmato che nasconde un motore V10 da 580CV.

 

Lamborghini per Papa Francesco


Il ricavato
della vendita sarà devoluto in beneficenza. I 715 mila euro saranno divisi tra quattro diverse associazioni italiane (scelte opportunamente dal Santo Padre) ognuna delle quali è attiva su un fronte diverso. Una parte del ricavato promuoverà la riedificazione nella piana di Ninive per mezzo della Fondazione di diritto pontificio “Aiuto alla Chiesa che Soffre”, con il fine di ricostruire abitazioni, luoghi di culto e strutture pubbliche per garantire il ritorno dei Cristiani nella pianura dell’Iraq.

A beneficiare dei fondi saranno anche la Comunità Papa Giovanni XXIII che aiuta le donne vittime della tratta e della prostituzione, la Gicam (Groupe International Chirurgiens Amis de la Main) del Professor Marco Lanzetta, che offre operazioni di chirurgia per le mani ai bisognosi, e la Amici del Centrafrica, un’associazione che da anni fornisce cure e istruzione principalmente per donne e bambini dell’Africa Subsahariana.

ARTICOLI CORRELATI