USATA
cerca auto nuove
NUOVA

Lotus: il primo SUV potrebbe chiamarsi Lambda

Si chiamerà Lambda il primo SUV firmato da Lotus. La vettura, che non è ancora stata presentata nella sua veste definitiva, verrà prodotta nello stabilimento Geely di Wuhan e sarà sviluppata sulla piattaforma Volvo SPA già usata come base per i modelli XC60 e XC90

E se anche Lotus cedesse alla tentazione di realizzare un SUV? Il brand britannico è da sempre legato alla produzione di vetture sportive, ma opra potrebbe arrivare una svolta nei piani societari, soprattutto sotto la pressione dei vertici di del gruppo cinese Geely che dal 2017 lo controlla.

Lotus Lambda: cuore britannico e produzione cinese

Si dovrebbe chiamare Lambda il primo SUV firmato Lotus. Sì, avete capito bene. Il costruttore d’oltre Manica ha in programma la realizzazione di un veicolo che andrebbe decisamente contro corrente rispetto alla storica (e attuale) produzione. A darne notizia è il sito pcauto.com.cn, che ha pubblicato i rendering del brevetto depositato da Lotus. Da quanto si apprende, la vettura verrà prodotta in Cina presso lo stabilimento Geely di Wuhan e sarà disponibile nelle versioni ICE ed EV, utilizzerà una piattaforma Volvo SPA, la stessa alla base dei modelli XC60 e XC90.

Lambda sarà un SUV dalle dimensioni imponenti, si parla di una lunghezza di quasi cinque metri per un peso di 2.200 kg. Per il momento non si sa nulla di ufficiale riguardo alle motorizzazioni adottate, ma vista la tradizione Lotus è lecito aspettarsi che a tanto volume corrisponda una cavalleria non indifferenze. Quando uscirà? È presto per dirlo, ma la speranza è quella di vedere una versione definitiva del progetto entro la fine dell’anno.

Il mercato dei SUV sta vivendo un vero e proprio periodo d’oro e Lotus non è il primo brand dalla vocazione sportiva a puntare  su questo tipo di prodotto. Nelle scorse settimane, proprio su queste pagine, via abbiamo raccontato di come anche Mclaren abbia lanciato, almeno sotto forma di rendering il suo primo SUV, che segue i vari  Lamborghini Urus, Aston-Martin DBX e Ferrari Purosangue (che per dovrebbe arrivare a 2021 inoltrato). Insomma, la sfida si è spostata dai cordoli alle ruote di alte dimensioni, ma senza perdere mai di vista un concetto: avere prestazioni elevate. Quindi, Sport Utility Vehicle sì, ma dall’animo sportivo.

TUTTO SU Lotus
Articoli più letti
RUOTE IN RETE