Mercedes CLA Coupé 2019: motori e prezzi della nuova generazione

Debutta in Italia dopo averla vista al CES di Las Vegas, ma sarà in vendita solamente da maggio, la nuova Mercedes CLA Coupé 2019

Mercedes CLA Coupé: continua la definizione della famiglia delle compact car Mercedes, oggi composta da sette modelli con la nuova CLA; diventeranno otto nel prossimo futuro (ci risentiamo ad aprile). Una famiglia fortunata, più di sei milioni di unità vendute, e in particolare la CLA sarà importante per l’Italia, visto che la percentuale delle compact car nel nostro Paese è del 50% (contro una macchina su quattro nel mondo). Il taglio sportivo rappresenterà poi un’attrazione per i giovani: non una novità, le vetture di questa famiglia sono riuscite a ridurre l’età media del cliente Mercedes di ben 13 anni, risultato eccellente, se si considera che è ottenuto con modelli di gamma medio alta. A proposito: il listino della CLA non è ancora stato definito, ma il prezzo base si collocherà tra quello della Sedan, 30mila euro e quello della classe C, 37mila.

Il design

Mercedes-Benz CLA, Edition Orange Art AMG Line

Mercedes-Benz CLA, Edition Orange Art, AMG Line

La nuova CLA ha un carattere sportivo, dai tratti decisi ma di classe: linee pulite e filanti — il CX di 0,23 è il migliore della categoria — cofano allungato, carreggiata ampia con passaruota sporgenti, bassa e compatta, tratti che la rendono la più sportiva della nuova generazione di compatte Mercedes.

Altre caratteristiche notevoli le troviamo nel frontale inclinato in avanti, con i fari alogeni con luci diurne a LED, e la tipica mascherina del radiatore Matrix con Stella centrale, e nella coda, che con le luci posteriori strette e sdoppiate, e la targa spostata in basso, ricorda da vicino la CLS, auto di altra categoria, altro prezzo e ulteriore punto a favore della CLA.

Nel primo anno la CLA sarà disponibile anche in versione limitata Edition 1, con elementi estetici esclusivi e grintose finiture arancioni.

Interni e funzioni elettroniche avanzate

Mercedes-Benz CLA MBUX

Mercedes-Benz CLA, arriva l’MBUX

Mai macchine nostalgiche, mai espliciti riferimenti al passato: questa è la è la filosofia Mercedes. A bordo della CLA si percepisce infatti la decisa proiezione al futuro, nei comandi del volante, delle porte, e in particolare nella consolle centrale e nei sedili. Ci sono però alcuni sottili richiami storici, le bocchette simili a quelle della SLR anni ’70, e poi l’ampio display squadrato privo della classica calotta di copertura, che offre inoltre la possibilità di personalizzare gli schermi.

L’elettronica, e in particolare la possibilità di connessione e interazione con i più recenti dispositivi, permette di fornire servizi molto complessi: la CLA offre la versione più aggiornata del sistema di comandi vocali MBUX (Mercedes-Benz User Experience), che oltre a integrare la gestione dei comandi gestuali è  in grado di riconoscere domande più complesse, per esempio “Quali ristoranti asiatici che accolgono bambini ci sono nelle vicinanze, ma che non siano né cinesi né giapponesi?”.

Tra le tante funzioni si segnala la connessione ai sistemi home a controllo vocale (Google Home, Amazon Echo), e così, da casa, è possibile chiedere alla CLA: “Quanta benzina c’è nel serbatoio?” e, viceversa, dalla CLA si può chiedere di ”Accendere il riscaldamento a casa”.

Un accordo con Garmin ha permesso di interfacciare anche gli smartwatch della Casa americana, e se il modello indossato ha le funzioni di stima dello stress e del sonno, riesce a migliorare le funzioni dell’Energizing Coach, gestendo al meglio la “spa” dell’auto, il climatizzatore e le funzioni dei sedili (riscaldamento, ventilazione, massaggio), regolando nel contempo la lue e scegliendo la musica adatta al momento.

Un sistema utilissimo è il navigatore a realtà aumentata. Quando la velocità scende sotto un limite prefissato, una telecamera riprende la strada e la ripropone sullo schermo di navigazione aggiungendo le indicazioni che necessitano alla navigazione facilitando all’estremo la guida.

Ultima funzione, sempre tra le tante, è il sistema di gestione car sharing, utile se si vuole condividere l’auto in azienda, in famiglia e in genere tra più persone: gestisce l’agenda e permette di accedere all’auto con il telefonino (la chiave resta sempre dentro).

Il sistema delle funzioni offerte dall’elettronica è in continua evoluzione, e si prospettano ulteriori e avanzatissimi sviluppi, è allo studio l’applicazione di un sistema di intelligenza artificiale avanzato che gestisce i dati immagazzinati in un cluod (si sta creando uno standard).

La sicurezza, funzioni mutuate dalla Classe S

La CLA è dotata di sistemi di assistenza alla guida di ultima generazione, e offre il più elevato livello di sicurezza attiva del segmento, grazie a telecamere e radar che consentono di vedere fino a 500 metri. Ricorrendo ai dati cartografici e di navigazione il sistema di assistenza attivo alla regolazione della distanza Distronic (parte del pacchetto sistemi di assistenza alla guida, a richiesta), è in grado di modificare la velocità in prossimità di curve, incroci o rotatorie. A queste funzioni si aggiungono il sistema di assistenza attiva nella frenata di emergenza e di assistenza attiva al cambio di corsia.

Il sistema antisbandamento attivo (di serie) può segnalare con una leggera vibrazione del volante, l’abbandono accidentale della corsia di marcia (tra i 60 e i 200 km/h) e, se la vettura interseca una striscia di demarcazione continua, è in grado di riportarla in carreggiata frenando le ruote di uno stesso lato. Il Pre-Safe Plus rileva invece il pericolo di un impatto posteriore.

I motori

La CLA è disponibile in versione 180 D, con motore 4 cilindri di 1500 cc, 116 CV, alimentato ad iniezione common rail con turbocompressore a geometria variabile e cambio 7G-DCT (doppia frizione), Euro 6.2; 180/ 200, motore 4 cilindri di 1300 cc, 162 CV, Cambio 7G-DCT, sistema di esclusione dei cilindri, pistoni con segmenti DLC, alberi a camme a fasatura variabile, filtro antiparticolato; 220 4MATIC e 250 4MATIC, sempre 4 cilindri, 1900 cc, 190 e 224 CV, cambio 8G-DCT, turbocompressore, filtro antiparticolato e i cilindri dalla forma troncoconica, stretti verso il punto morto superiore, dove serve la tenuta, e più aperti verso l’inferiore, per limitare gli attriti.

ARTICOLI CORRELATI