Renault Initiale Paris Concept

Al Salone di Francoforte 2013 Renault presenta la concept car che prefigura il modello che andarà a sostituire Renault Espace in una versione alto di gamma dall'ampio contenuto tecnologico

Renault Initiale Paris a Francoforte
Renault presenta al Salone di Francoforte 2013 la sesta concept car della nuova strategia di design della Marca affidata a Laurens van den Acker, ovvero la Initiale Paris che prefigura le linee stiltistiche e alcune delle soluzioni del modello che andrà a sostituire in futuro l’attuale generazione di Renault Espace in una versione che evoca la visione premium di Renault.

 

Monovolume dalle linee berlina e dal carattere crossover
Dal punto di vista estetico Renault Initiale Paris concept è una monovolume dalla dimensioni generose ma non eccessive con una lunghezza di 4,85 metri, il cui design filante abbinato ad una calandra dalle linee decise la rende simile ad una berlina ma con caratteristiche tipicamente crossover come l’altezza da terra maggiore grazie a cerchi in lega da 22 pollici e fianchi scolpiti, in modo simile a quanto avviene sulla recente Renault Captur.

 

Tetto in alluminio e plexiglas
Initiale Paris si dimostra monovolume nello spazio interno e soprattutto nella grande luminosità dell’abitacolo grazie ad un’ampia superficie vetrata senza soluzione di continuità, accentuata in questa versione concept da un tetto in alluminio e plexiglas ispirato, come sottolinea il nome di questo prototipo, alla Ville Lumière in cui la storia del marchio francese ha avuto origine. La carrozzeria adotta una tinta battezzata Améthyste, un colore che passa dal nero metallizzato profondo al viola prugna luminoso, in funzione della luce e dell’angolo da cui la si osserva.

 

Interni ispirati agli aerei
All’interno le linee futuristiche guardano al mondo dell’aeronautica con le portiere a movimento contrapposto che producono l’abbassamento di una pedana motorizzata, proseguendo in questa suggestione con le poltrone delle prime due file, la leva del cambio profilata, le guide luminose e i volumi che ricalcano la forma della coda di un aereo percepibile dall’esterno.

 

Nuovo motore twin turbo con tecnologia F1
Su Renault Initiale Paris anche il motore è Concept dato che i motoristi del marchio francese hanno sviluppato una nuova motorizzazione partendo dal propulsore Energy dCi 130 e ottenendo una coppia elevata fino a 400 Nm su di un esteso range di utilizzo. Con questo motore Renault sviluppa due nuove tecnologie ovvero il twin turbo con un piccolo turbo a bassa inerzia dedicato ai bassi regimi e un secondo turbo che subentra a regimi più alti. La seconda tecnologia è rappresentata invece dal comando Shift-by-Wire per la trasmissione EDC: oltre a favorire la precisione e la morbidezza dei comandi, grazie ad uno sforzo di manovra ottimizzato, questa soluzione, utilizzata in Formula 1, risulta anche utile al design con una leva del cambio più sottile e una console flottante, priva di cavi da nascondere.

ARTICOLI CORRELATI