Formula E 2018 – Punta del Este – Podio per Sam Bird

Terza piazza per Sam Bird e sesta per Alex Lynn, al suo miglior risultato in carriera

Quella dell’’E-Prix di Punta del Este è stata per Sam Bird una prestazione entusiasmante. Il pilota britannico ha dato vita ad una grande rimonta, fino ad arrivare sul podio per la sedicesima volta in carriera. Soddisfazione anche per il team mate Alex Lynn, che con il sesto posto ha firmato il suo miglior risultato. La performance dei piloti ha riportato il DS Virgin Racing al terzo posto della classifica team, stessa piazza per Sam Bird nella classifica individuale.

Che Punta del Este sarebbe stata dolce per il team DS Virgin Racing, è stato evident da subito, con Sam Bird e Alex Lynn che hanno mostrato un buon ritmo sin dalle prime prove, arrivando sempre nella top 10.

Nelle qualifiche Alex Lynn ha vinto per la seconda volta consecutiva il gettone per la Superpole e ha preso il via in gara dalla terza posizione, Sam Bird dalla quinta.

Alla partenza dei trentasette giri di gara Alex Lynn ha conservato il terzo posto, mentre Sam Bird ha guadagnato due posti già nei primi metri. Dopo un tratto dietro alla safety car, i due piloti hanno tenuto le posizioni fino al cambio delle monoposto del ventesimo giro.

Alex Lynn, a corto di energia, è stato costretto a rallentare all’ultimo giro del primo cambio. Sam Bird ne ha approfittato per superare il compagno di squadra. I due piloti DS Virgin Racing hanno ripreso la pista in quarta e quinta posizione. Sam Bird ha ripreso subito Jean-Éric Vergne e Lucas di Grassi. Dietro, Alex Lynn ha difeso la sua posizione da Felix Rosenqvist e Mitch Evans.

Negli ultimi giri Alex Lynn ha dovuto accontentarsi della sesta posizione. Sam Bird si è invece portato all’altezza dei due in testa, ma i giri rimasti non gli hanno permesso di affondare il colpo.

“Abbiamo saputo approfittare dei problemi degli altri piloti. Il nostro ritmo è stato buono ed è stata una bella gara. Il team ha fatto un ottimo lavoro e questi punti ci aiutano nella corsa al titolo”, ha dichiarato Sim Bird.

ARTICOLI CORRELATI