Maserati entra in Formula E?

Dopo l'ingresso di Alfa Romeo in Formula 1, potrebbe essere la volta di Maserati, che secondo alcuni rumors starebbe pensando all'ingresso nel mondo della Formula E.

Il futuro dell’automobilismo è elettrico? A guardare gli sforzi messi in campo da gran parte dei colossi automotive verrebbe proprio da dire di sì. Un altro segnale importante in tal senso ce lo offre la recente Formula E – vero e proprio campionato in stile Formula 1 dove a gareggiare sono vetture mosse da un propulsore con una spina al posto del serbatoio.

Un campionato a zero emissioni che prossimamente potrebbe vedere partecipare anche la nostra Maserati. A dirlo – almeno per il momento – sono solo voci di corridoio, ma senz’altro bene informate. Secondo il portale Autosport – proprio la casa del tridente dovrebbe andare ad affollare la platea dei team partecipanti alla Formula E, già con il via della prossima edizione. Proprio per Autosport – Maserati è il più papabile partecipante tra i brand appartenente alla galassia FCA. C’è però un “ma” che si frappone e tra “il dire e il fare” – come ovvio che sia – c’è l’AD Sergio Marchionne – che prima di benedire una possibilità del genere starebbe ancora valutando se partecipare ad una competizione di auto elettriche rappresenti un investimento utile o meno. Sempre dal capo di FCA era già arrivato un parere possibilista in tal senso – e che indicava proprio Maserati come tra le più probabili partecipanti ad una competizione di questo tipo.

A pronunciarsi, almeno per il momento – c’è solo Alejandro Agag (patron della Formula E) – che proprio ad Autosport ha confermato di non essere direttamente in contatto con l’AD di FCA – ma
che la presenza della casa italiana sarebbe senz’altro più che gradita. Una partecipazione – quella della casa emiliana – che andrebbe a far compagnia a molti illustri competitor già a buon punto per quel che riguarda le gare con auto elettriche. Maserati si aggiungerebbe quindi a marchi decisamente blasonati come Audi, BMW, Jaguar, Mercedes o Porsche. Staremo a vedere.

ARTICOLI CORRELATI