Bufori Geneva l’asiatica contro Rolls-Royce e Bentley

Il costruttore malese Bufori lancia una berlina di lusso che prende il nome di Geneva. La presentazione ufficiale è prevista per il Salone di Pechino il 23 aprile

Bufori, nome sicuramente poco conosciuto sia in Italia che in Europa, è un costruttore malese, un gruppo che viene appunto dal sud-est asiatico e che ha in serbo grosse novità da presentare al prossimo Salone di Pechino in programma dal 23 aprile. Il debutto di questa berlina di lusso dal nome di Bufori Geneva avviene quindi con solo poche settimane di ritardo rispetto all’apertura di un grosso showroom Bufori nel distretto alla moda di Xintiandi a Shanghai.

La Bufori MKVI Geneva è stata presentata per la prima volta due anni or sono al Salone di Ginevra 2010 in forma di concept, ed era caratterizzata da un corpo vettura classico e da tecnologie all’avanguardia che la mettono in diretta concorrenza con le ben più famose Rolls-Royce e Bentley. La Bufori Geneva è spinta da un propulsore 6.4 litri ad alte prestazioni che garantisce performance di tutto rispetto, mentre un’altra caratteristica della vettura di lusso sono le portiere a chiusura elettronica e gli interni dotato di ogni gadget.

Gerry Khouri
, CEO e co-fondatore di Bufori, dichiara: “Sin dal momento in cui abbiamo lanciato la Geneva nel 2010 abbiamo continuato a lavorare per migliorare e rifinire le tecnologie della vettura. Per il Salone di Pechino siamo orgogliosi di esporre la vettura personale di Tan Sri Yeoh Tiong Lay (filantropo e costruttore malese), che la sua famiglia ci ha commissionato in appositamente per il suo 80° compleanno. Tan Sri Yeoh, fondatore della YTL Corporation, è un grande appassionato del marchio Bufori ed è per questo un onore per noi poter aggiungere alla sua collezione di auto questo nostro pezzo pregiato”.

I piani di Bufori, oltre allo showroom di oltre 300 metri quadrati aperto recentemente a Shanghai, prevedono l’apertura di altre concessionarie in territorio cinese, soprattutto nelle zone di Beijing, Chengdu e Shenzhen.

ARTICOLI CORRELATI
RUOTE IN RETE