USATA
cerca auto nuove
NUOVA

Pagani Huayra Tricolore: tributo da 840 CV alla Pattuglia Acrobatica Nazionale

In occasione dei 60 anni della divisione acrobatica dell'Aeronautica Militare, Pagani ha realizzato tre esemplari unici della Huayra Roadster chiamata Tricolore, che si ispirano a forme ed estetica del mitico MB-339 firmato Aermacchi

Dopo il bellissimo esemplare di Dallara Stradale PAN LX Anniversary realizzata da Garage Italia, il marchio Pagani torna al centro dei riflettori con una Huayra Roadster BC davvero speciale. Vi ricordate la Zonda del 2010 creata per celebrare il cinquantesimo anniversario delle Frecce Tricolori? Ecco, l’anno prossimo la PAN spegnerà 60 candeline dalla sua fondazione avvenuta nel marzo 1961, che verrà festeggiata dalla factory modenese attraverso i tre esemplari (sì, solo tre) di quella che è stata denominata… Huayra Tricolore.

Si tratta di una serie limitatissima che si ispirerà ai caccia Aermacchi MB-339A P.A.N. che fanno sempre esaltare il pubblico durante le loro evoluzioni nel cielo: le tre unità avranno una carrozzeria in fibra di carbonio dal colore blu con tanto di fascia tricolore sulle fiancate, la quale si prolungherà fino a un retrotreno dove l’ala posteriore è ora integrata nel cofano e si rivolge verso l’airscoop dalle forme completamente inedite. Non mancano cerchi da 20” davanti e da 21” dietro con design ispirato alle eliche delle turbine degli aerei, così come le cornici delle prese d’aria ricavate dal pieno e la combo splitter anteriore – estrattore posteriore specifica per questo particolare modello.

Pagani Huayra Frecce Tricolori PAN 2021

Anche l’abitacolo è stato curato nei minimi dettagli e presenta rivestimenti dei sedili in pelle a due tonalità (bianca e blu) con inserti tricolore e stemma della Pattuglia Acrobatica Nazionale stampato sui poggiatesta e sulle fibbie delle cinture. Il piatto forte, tuttavia, è rappresentato dall’anemometro, cioè l’indicatore di velocità utilizzato dai caccia con scala in Mach, integrato nella consolle centrale sulla plancia, collegato al Tubo di Pitot esterno sul cofano che è un altro riferimento a uno degli aerei più rappresentativi della nostra Aeronautica Italiana.

Per quanto riguarda il motore, la Huayra Roadster Tricolore sarà contraddistinta da una versione appositamente costruita dalla divisione AMG della Mercedes del tradizionale dodici cilindri a V, potenziato, ottimizzato nel suo rendimento e ora capace di erogare la bellezza di 840 cavalli e 1.100 Nm di coppia massima. Un’unità che lavorerà in sinergia con il cambio automatico Xtrac a sette rapporti e che è essenzialmente la stessa utilizzata sulla Huayra Imola, dalla quale la Tricolore ha ereditato anche il telaio in Carbo-Titanio HP62 G2 e Carbo-Triax HP62 (più rigido e leggero rispetto a quello della Roadster BC “standard”) e le sospensioni a doppi bracci e triangoli indipendenti, provviste di molle elicoidali e ammortizzatori a controllo elettronico.

Il tocco di classe? Rappresentato dalla numerazione specifica di ognuno dei tre esemplari che usciranno dagli stabilimenti di San Cesario sul Panaro, che seguirà quella utilizzata dalle Frecce Tricolori per identificare i tre “capitani” di una formazione composta da dieci aviogetti: il numero 0 è quello utilizzato dal Comandante, l’1 dal Capo Formazione e il 10 dal Solista. Il suo prezzo? Pagani lo ha ufficializzato a 5,5 milioni di Euro… tasse escluse: applicando l’IVA italiana, l’asticella si alza ancora di più toccando quota 6 milioni e 710mila Euro. Per sognare di danzare tra le nuvole come un pilota militare, questo e altro…

Pagani Huayra Frecce Tricolori PAN 2021

TUTTO SU Pagani Huayra
Articoli più letti
RUOTE IN RETE