USATA
NUOVA
INFOMOTORI CONTEST

[VIDEO] Dacia Duster 2020, la prova del nuovo motore TCe 100CV

Sempre più scelta per chi vuole acquistare il SUV rumeno campione di incassi: alle due unità collaudate da 130 e 150 CV si affianca oggi un tre cilindri brillante e parsimonioso che in futuro sarà alimentato anche a GPL. Interessante il prezzo d’ingresso fissato a 12.200€

Dacia Duster evolve la propria gamma motori grazie alla introduzione del nuovo TCe 100, un motore che avevamo già visto in precedenza equipaggiato in alcune vetture del costruttore francese (in particolare su Clio e Capture) e che sviluppa 100CV e 160Nm di coppia.

Questa nuova unità poggia le proprie basi tecniche sul 90 TCe, una soluzione molto collaudata e già presente in casa Renault, che viene evoluto per aumentare potenza e coppia.

La scelta rientra nell’ambito del downsizing ovvero della costante ricerca di unità sempre più piccole e sempre più rispettose dell’ambiente.

Tra gli elementi che caratterizzano questa novità c’è l’introduzione di un turbocompressore con valvole wastegate a comando elettrico, un collettore di scarico parzialmente integrato nella testata, la distribuzione a singola fasatura variabile e un rivestimento specifico in acciaio dei cilindri chiamato Bore Spray Coating in grado di diminuire gli attriti interni portando di conseguenza il motore a ridurre emissioni e consumi.

In termini di listino questo nuovo tre cilindri da un litro di cilindrata si pone come motore d’accesso per Dacia Duster e sostituisce il precedente SCe 115, un’unità non più in linea con gli standard moderni in quanto aspirato ed a quattro cilindri.

L’adozione di questo piccolo 1.000 cc tre cilindri consente una diminuzione dei consumi del 15% che si traduce in una media di oltre 18 km/l in ciclo combinato, risultato di tutto rispetto se si considerano le dimensioni e l’altezza da terra del C-SUV campione di vendite.

Parlando di inquinamento atmosferico va detto che l’introduzione del turbo contribuisce notevolmente ridurre le emissioni di CO2 pur mantenendo delle prestazioni di guida discretamente piacevoli, a patto di non voler esagerare.

Dacia Duster, in questo nostro primo contatto attorno alla città di Firenze, si è rivelato il “solito” prodotto vincente con l’aggiunta di un motore magari non potentissimo ma che può essere utile a tutti coloro i quali sono disposti a rinunciare a un po’ di brio pur di risparmiare qualche soldino.

Il fatto che sia turbo, rispetto al precedente motore aspirato, rende comunque il Duster brillante e piacevole da guidare in quanto la coppia è disponibile a regimi più bassi e per un range di giri maggiore, permettendo quindi a chi guida di non dover tirare più di tanto le marce nemmeno nei sorpassi.

In termini di vibrazioni spaventa sempre l’idea del tre cilindri perché le prime unità comparse sul mercato generavano un fastidioso ronzio specie a giri più elevati ma in questo caso il piccolo tre cilindri non ha alcuna vibrazione di troppo ed in generale il SUV è molto ben insonorizzato anche alle alte andature, nonostante giri a circa 3200 giri a 130km/h in quinta marcia.

A partire dal primo semestre 2020, inoltre, il TCe 100 sarà offerto anche nella doppia alimentazione benzina-GPL, dettaglio da non sottovalutare se si pensa il 50% dei Duster viene appunto venduto con questa soluzione.
Adottare il GPL è una soluzione che ha il vantaggio di ridurre ulteriormente i costi di gestione (già molto bassi ndr), abbassare i costi del carburante ma soprattutto emettere ancora minori emissioni in atmosfera.

Questo nuovo propulsore proposto dal costruttore rumeno risulta quindi un’ottima scelta per chi utilizza l’auto soprattutto in contesto urbano, dove la versatilità e la dinamicità di questo piccolo tre cilindri assicurano una guida rilassata e senza stress. Certo non è la soluzione adatta per il fuoristrada ma per quel contesto ci sono altre proposte molto valide.

Offerto con la sola trazione anteriore, il TCe 100 va ad affiancarsi al 1.3 TCe da 130 o 150 CV (che vengono offerti offerti anche a trazione integrale), consolidando ulteriormente il processo di modernizzazione della gamma Duster che vanta oggi un’offerta a benzina 100% turbo, oltre all’interessante proposta diesel che non va assolutamente messa da parte.

Degno di nota inoltre il fatto che nonostante questo motore sia nettamente più tecnologico e al passo con i tempi, venga offerto allo stesso prezzo del precedente, ovvero 12.200€ per l’allestimento Access. Il top di gamma, Duster Serie Speciale Techroad TCe 100 4×2, arriva a € 17.100.

Articolo e Video a cura di Matteo Tonani

ARTICOLI CORRELATI