New York, seconda gara: il bilancio dei protagonisti DS Virgin Racing

La migliore stagione in assoluto del Team in Formula E

Quella che si è appena conclusa è indubbiamente la migliore stagione per il Team DS Virgin Racing da quando corre in Formula E. A inizio stagione nessuno avrebbe potuto prevedere di arrivare a combattere per il mondiale fino alla tappa di New York.

Scopriamo un primo bilacnio della stagione dalle dichiarazioni rilasciate da piloti e Team a fine gara.

Sam Bird: «Il week-end non è andato come speravamo, ma la stagione resta comunque fantastica. Se mi avessero detto che a New York avrei gareggiato per il titolo, non l’avrei creduto. Questo rappresenta il risultato del lavoro e dell’impegno di tutto il team, che ha saputo trarre il massimo dalla monoposto e cogliere tutte le opportunità: un gran bel successo».

Alex Lynn: «É stato un week-end difficile ma, come sempre, abbiamo fatto del nostro meglio. Ringrazio il team per l’impegno mostrato in tutta la stagione. Nel mio debutto in Formula E, ho imparato molto e la scoperta di questa formula mi è piaciuta».

Sylvain Filippi, Direttore Generale del DS Virgin Racing: «È l’epilogo di una stagione fantastica per il DS Virgin Racing, resa possibile solo dal lavoro e dall’impegno di ogni membro del team e dal sostegno dei nostri partner DS Automobiles, Hewlett Packard Enterprise, Total, Kaspersky, STANLEY, Alpinestars et One All Sports. Anche se il week end non si conclude come sperato, i risultati raggiunti in un campionato così combattuto rappresentano una grande performance, e dobbiamo essere orgogliosi di quanto siamo riusciti a fare».

Xavier Mestelan Pinon, Direttore di DS Performance: «Al termine di una stagione straordinariamente competitiva, il DS Virgin Racing e Sam Bird si piazzano al terzo posto in ambedue i campionati. Con due vittorie e quattro podi, il team ha centrato una grande impresa. Miglioriamo costantemente in una competizione molto agguerrita, e i progressi sono incoraggianti per il futuro. Vogliamo anche complimentarci con Jean-Éric Vergne e Audi per i titoli conquistati in questo week-end».

L’ePrix di New York segna la fine della quarta stagione di Formula E e l’ultima comparsa delle monoposto di prima generazione. A partire dalla prossima stagione, con le migliorie apportate alle monoposto, non sarà più necessario il cambio auto durante le gare.

ARTICOLI CORRELATI
RUOTE IN RETE