E se dopo Cortina, Portofino e Milano, la Finanza arrivasse ai porte aperte della BMW?

E' ormai caccia aperta agli evasori fiscali, specie quelli totali, da parte di Agenzia delle Entrate, Guardia di Finanza, Comuni (a cui va una quota del recupero fiscale) e la stessa INPS (che può recuperare contributi non versati). Il nuovo redditometro sarà molto più severo al pari del controllo delle operazioni di tutti gli italiani che possono usare sempre meno il contante che aiuta i "furbi"

Le automobili di lusso sono uno dei parametri più sensibili ed i controlli verso le luxury car sono sempre più frequenti con veri blitz nei luoghi frequentati dai VIP come Cortina d’Ampezzo, Portofino ed il Centro di Milano dove la “pesca” ha dato ottimi frutti permettendo ai finanzieri di trovare a bordo di SUV e vetture sportive persone sconosciute al fisco che utilizzavano prestanomi o società di comodo.

Un luogo che potrebbe diventare molto interessante per le Fiamme Gialle potrebbero essere le stesse Concessionarie d’Auto, magari in occasione di porte aperte dedicate a vetture di prestigio che attirano molti appassionati, magari non tutti molto attenti alla propria dichiarazione dei redditi. Come dichiarato anche da un colonnello della G.d.F., i controlli in loco sono assolutamente indispensabili, perchè non sempre da ufficio si riesce a smascherare gli evasori, specie se questi ultimi risultano sconosciuti al Fisco.

10 Foto

Ovviamente non bisogna fare di ogni erba un fascio e chiaramente non tutti i clienti di auto di lusso sono “distratti” col fisco, ma certamente resta un’area sensibile per l’Ufficio delle Entrate che sta seguendo la situazione con ancora maggiore attenzione rispetto al passato.

- Autore Article URL: https://www.infomotori.com/auto/e-se-dopo-cortina-portofino-e-milano-la-finanza-ar_50895/

Annunci Privati
Vuoi vendere la tua Auto?

Inserisci il tuo annuncio

Gratis