Prefetto di Milano precetta i macchinisti della linea rossa della Metro di Milano per salvare la Fiera

Firmato intorno alle 14.00 di giovedì 26 gennaio il provvedimento con cui il Prefetto di Milano ordina la precettazione dei macchinisti della linea rossa della metropolitana di Milano

In occasione dell’agitazione sindacale prevista per venerdì 27 gennaio, il Prefetto di Milano ha firmato un provvedimento con il quale precetta tutti i macchinisti della linea uno (la linea rossa) di Milano, ordinando quindi il rispetto dei turni di lavoro in maniera da non creare disagi a tutti coloro i quali devono raggiungere il salone Macef a Rho-Pero.

L’importante salone, dedicato a complementi d’arredo, oggetti da regalo e moda, riceverebbe infatti un grave danno dal blocco dei macchinisti, come sostiene anche Michele Perini presidente della società espositiva, che afferma: “Questa iniziativa non apporta alcun contributo costruttivo alla soluzione dei problemi del Paese, ma al contrario avrà il solo risultato di esasperare ulteriormente e inutilmente un clima di scontro sociale già arrivato a livelli preoccupanti». A «pagare il conto», sempre secondo Perini, “saranno cittadini e attività produttive”. «C’è da chiedersi – continua Perini – se chi lo ha indetto si rende conto che non colpisce tanto il governo quanto il lavoro, quello che a parole dice di voler difendere».

Per quanto riguarda lo sciopero del 27 gennaio, le fasce orarie interessate sono due: la prima va dalle 8.45 alle 15 e dalle 18 fino al termine del servizio. Inoltre vengono anche spente le telecamere dell’Area C, visto che non essendoci alternative all’utilizzo dell’auto privata in occasione dello sciopero, molti milanesi saranno costretti a ripiegare sull’utilizzo della stessa.

ARTICOLI CORRELATI
RUOTE IN RETE