Al Moab Easter Jeep Safari 2018 7 concept firmati Jeep e Mopar

Alla 52ima edizione del Moab Easter Jeep Safari il brand Jeep presenta 7 concept basati su modelli del passato realizzati in collaborazione con Mopar.

Il brand maggiormente legato al mondo “off-road” – al punto che la parola “jeep” è da sempre sinonimo di “fuoristrada” – ha deciso di lasciare a bocca aperta tutti gli appassionati del marchio. La casa americana – in orbita FCA – in contemporanea alla 52esima edizione del Moab Easter Jeep Safari ha realizzato, in collaborazione con Mopar, sette vetture “concept” basate su modelli in serie storici modelli del passato. Scopriamo assieme.

Jeep Wagoneer Roadtrip
Partendo da un esemplare del ’65, Jeep ha unito il look vintage a soluzioni più attuali. Il passo è stato allungato ed abbinato ad un allargamento della carreggiata. Nuovi gli assali con differenziali autobloccanti, nuove sospensioni e cerchi da 17” pollici con look retrò. Il motore è un V8 da 5,7 litri aspirato associato al cambio automatico a 4 marce. All’interno sono rimaste le due panche, aggiunto un frigorifero vintage e una borsa degli attrezzi.

Jeep Sandstorm
Questo concept deriva dall’attuale Jeep Wrangler, monta parafanghi inediti, cofano in carbonio, pack luci aggiuntive, rollbar e paraurti tubolari. Accessoriata con i nuovi ammortizzatori con corsa allungata e i cerchi da 17” con pneumatici da 39,5”. Sotto il cofano pulsa un V8 da 6,4 litri con cambio manuale a 6 rapporti. Nuova anche la strumentazione interna racing appositamente studiata per eventi offroad.

Jeep Jeepster
Unendo il design della Jeepster originale del ’66 con la meccanica della nuova Wrangler Rubicon nasce la concept Jeepster. La nuova vettura ricorda quella del passato con la livrea bicolore dedicata ed il tetto ribassato. L’assetto è stato ulteriormente rialzato per ospitare i nuovi grandi cerchi.

Jeep B-Ute
Questo prototipo è realizzato sulla base della Renegade ed accessoriato con numerosi accessori speciali Mopar. Nuovi paraurti e griglie, così come il cofano ed il portapacchi sul tetto. L’assetto è stato innalzato di quasi 4 cm per far posto ai nuovi cerchi con gomme da vera “offroad”.

Nacho Jeep
Anche in questo caso la base di questa vettura è la nuova Wrangler accessoriata con tutto il catalogo Mopar disponibile per il modello. La tinta è la Nacho Yellow, il motore è un quattro cilindri 2.0 turbo con il nuovo sistema di aspirazione sportivo aggiunto e i numerosi dettagli da pura offroad: griglia anteriore con verricello, paraurti in metallo, luci a led aggiuntive, assetto rialzato e le portiere tubolari.

Jeep 4SPEED
Si parte nuovamente dalla base della Wrangler, aggiungendo parti speciali in carbonio. Non presenta portiere e l’assetto anche qui è stato ulteriormente rialzato, solo due posti a bordo con un rollbar su cui è possibile fissarvi la capote. Il propulsore è un 2.0 turbo benzina con cambio automatico a otto rapporti.

Jeep J-Wagon
Anche l’ultimo modello ha come base la Wrangler, su questa compare la tinta esterna Warm Neutral Grey con dettagli in Orange Crush. Sono nuovi gli sfoghi d’aria sul cofano, le luci a led sui montanti anteriori, la griglia anteriore e i cerchi da 17”.

ARTICOLI CORRELATI