Ferrari Purosangue, il SUV Ferrari arriva nel 2022

Arriva nel 2022 il SUV Ferrari Purosangue, nome confermato dal CEO della Casa del Cavallino Rampante, Louis Camilleri.

Il SUV Ferrari si chiamerà Ferrari Purosangue e il suo debutto è previsto per il 2022. Lo ha affermato Louis Camilleri, CEO del Cavallino, in occasione del Capital Markets Day; tuttavia il manager non vuole che si usi il termine SUV, che mal si combina con il nome Ferrari. “Non voglio offendere nessuno ma la parola SUV non va bene. Lo chiameremo Purosangue, sarà senza dubbio un Ferrari con performance mia vista e lo lanceremo alla fine del piano nel 2022″.

Quello che vedete in copertina è un rendering opera di un designer russo,”ildar_project” su Instagram, che ha immaginato il nuovo Sport Utility del Cavallino battezzandolo “Ferrari Bellezza”.

“Entro la fine del piano – ha proseguito Camilleri – stimiamo che circa il 60% delle nostre vetture sarà ibrido, il primo modello lo vedrete presto. Entro il 2020 circa il 60% delle nostre consegne riguarderà motori ibridi. L’ibrido costa di più ma ci dà l’opportunità di aumentare il prezzo. L’ibridizzazione non diluirà i margini, anzi”.

“Ferrari – ha spiegato invece John Elkann in apertura dell’evento – costruirà un futuro all’altezza del suo passato. Sergio Marchionne ha rivestito un ruolo fondamentale nel rendere possibile questo futuro e di questo gli saremo sempre grati. Tutti coloro che conoscevano Sergio serbano nel cuore un ricordo speciale. Saprete certamente quanto amasse Ferrari. La sua intenzione era di dedicare sempre più tempo qui nei prossimi anni, dopo il suo ritiro programmato da Fca”, ha sottolineato Elkann.

“Il nostro CEO Louis Camilleri – ha poi proseguito – comprende lo spirito Ferrari meglio di chiunque altro. È una fortuna averlo come CEO perché in sé coniuga una carriera di spicco a capo di alcune delle società quotate in borsa di maggior successo al mondo insieme a un’approfondita conoscenza e una vera passione per Ferrari”.

John Elkann prosegue così: “Enzo Ferrari gareggiò di persona in varie competizioni, anche riportando vittorie, nei primi anni del XX secolo. Nella sua vita straordinaria una cosa era fondamentale: vincere, e vincere con stile. E siamo determinati che questo continui anche in futuro”

ARTICOLI CORRELATI
RUOTE IN RETE