Moto Morini Tracker 9 e 1/2

Dagli USA a Bologna, ecco una flat track: si chiude l'era delle moto intelligenti per lasciare spazio a quelle che muovono l'anima

Moto Morini Tracker riprende un concetto tutto americano che nasce da quelle competizioni selvagge che in qualche modo hanno anticipato la filosofia del supermotard. Nata negli anni 60, la disciplina del Flat Track deriva dallo Speedway dal quale eredita le tipologie di circuiti ma le differenze fra l’uno e l’altro sport si evidenziano proprio nelle moto utilizzate: quelle da Speedway sono decisamente lontane dall’idea comune che abbiamo delle moto mentre quelle per il Flat Track sono molto vicine alla produzione di serie. Tanto che, ad esempio, già Harley-Davidson ha recuperato stili visti nelle competizioni per realizzare la XR750 ed ora anche la XR1200.

Sogno o son desto?
Per il momento, però, questa flat track racer è solo il frutto della creatività e della passione dell’amico Oberdan Bezzi che ce la descrive come una moto trasversale che, nonostante le citazioni al mondo USA nell’estetica, incarna molte tipologie motociclistiche. Infatti, la conformazione di base è quella tipica di una naked non estrema, però l’assetto di guida è anche molto vicino a quello delle motard di grossa cilindrata e le ruote a raggi, con l’anteriore da 18” e la posteriore da 17”. A ciò si aggiunge un profumo da scrambler che ricorda anche quella proposta proprio da Moto Morini.

Dunque questa Tracker 9 e 1/2 – anche se di circa 1200 cc – vuole essere un mezzo capace di accontentare una vasta gamma di utenti che non cercano la cosidetta moto "intelligente", ma che in realtà ne sarebbero attratti se condita con i giusti elementi. Il pubblico potrebbe essere il più eterogeneo, dal Monsterista stanco di avere una moto ormai inflazionata,all’amante del custom, che avendo capito che il fenomeno è in netto declino vuole però continuare a sognare a stelle e strisce a chi semplicemente vuole una moto “ruote e motore” per andarci a spasso per anni senza che passi di moda.

ARTICOLI CORRELATI
RUOTE IN RETE