Al National Corvette Museum si apre una voragine

Otto fantastiche Corvette sono state inghiottite in seguito al cedimento del pavimento del National Corvette Museum. Le auto sono sprofondate in una voragine di 9 metri. L'incidente è avvenuto all'alba e per fortuna non si registrano feriti

Alle 5.44 del mattino il pavimento del National Corvette Museum di Bowling Green, Kentucky, è collassato, sprofondando per ben 9 metri. Otto magnifiche Corvette sono letteralmente precipitate nel vuoto, ma per fortuna non si registrano feriti. La superficie dello Skydome, l’area più nota della struttura, non ha retto ma data l’ora nessuno si trovava nei paraggi. Le otto sportive sono state danneggiate in maniera pesante e non sarebbe potuto essere altrimenti date le dimensioni della voragine.

A confermare la notizia ci sono le immagini delle telecamere di sicurezza e di un piccolo elicottero-drone impiegato per riprendere e valutare i danni. Secondo le stime, la voragine misura ben 12 metri di larghezza e 8,8 metri di altezza. Come potete vedere nei filmati, il pavimento inizia a cedere sotto il peso di una Corvette bianca e di una arancione. A ruota crollano poi anche le altre auto. Il Museo ha diramato la lista delle illustri vittime: una ZR-1 Spyder del 1993 e una ZR-1 “Blue Devil” del 2009 prestate dalla GM, una Corvette nera del 1962, una PPG Pace Car del 1984, la milionesima Corvette prodotta (bianca, del 1992), la Corvette n° 1.500.000 del 2009, una Z06 del 2001 e una Corvette rossa costruita per il 40esimo anniversario della Casa.

Il direttore Wandell Strode ha comunque assicurato che le auto verranno “sicuramente salvate”.

 

ARTICOLI CORRELATI