Ambiente e sicurezza: Infomotori coi vertici Renault Modus

A Madrid con Schweitzer e Deconinck …

In occasione della presentazione mondiale della nuova Renault Modus a Madrid, Infomotori.com ha avuto la preziosa opportunità di incontrare i vertici della Casa transalpina.
Louis Schweitzer e Rèmi Deconinck, rispettivamente Presidente – Direttore Generale e Senior VP Product Planning, ci hanno “svelato” alcuni dei segreti che hanno permesso a Renault di divenire una delle Case automobilistiche più profittevoli e dinamiche grazie anche alla strategica alleanza con Nissan di cui la società francese è azionista di riferimento.
Dopo il travolgente successo della Mégane, l’auto più venduta in Europa grazie alle sue 7 varianti lanciate in appena 17 mesi, la Renault vuole conquistare la leadership anche nel segmento B con l’arrivo della simpatica mini monovolume Modus che va a posizionarsi sopra la Twingo e la Clio con cui formerà un trio da far impallidire I più agguerriti rivali.

Della Modus potete conoscere ogni dettaglio sulla relativa scheda (inserire link!) e pensiamo che ai nostri lettori interessi sapere cosa ha portato Renault a divenire marca riferimento e passare fra le ultime tre case per qualità ad essere ormai fra le prime tre a livello europeo con un’attenzione maniacale verso la qualità e la stessa sicurezza (ben 5 modelli vantano le 5 stelle Euroncap e la stessa Modus aspira a raggiungere il massimo dei voti da parte della severa ed indipendente giuria).
Via quindi alle interviste, che partono con il numero 1 della Renault, Louis Schweitzer (Presidente – Direttore Generale Renault).

 

Presidente, perchè avete scelto la Spagna per presentare Modus?

Schweitzer. La Spagna è la seconda patria di Renault ! In Spagna abbiamo 13.000 collaboratori, quattro stabilimenti e nel 2003 abbiamo prodotto 550.000 veicoli (circa il quarto della nostra produzione). Quasi un milione di motori e 700.000 trasmissioni.

La stessa Modus è prodotta in Spagna, non è vero?

Certo, possiamo dire che è una vera vettura “Made in Spain” e sarà prodotta unicamente in Spagna.

Giusto omaggio presentarla quindi a Madrid, in occasione del locale Salone dell’Automobile

Decisamente, permettendoci di presentare la vettura in un periodo favorevole per accrescere la sua notorietà dopo averla proposta come “Show Car” al Salone di Ginevra.

Il successo Renault è frutto delle sinergie con Nissan che vi consente economie di scala e forti investimenti in ricerca ed innovazione ?

E’ un fattore importante che abbiamo ottimizzato per la stessa Modus che condivide con Nissan la nuova “piattaforma A” che entro il 2006 sarà utilizzata per produrre 1,7 milioni di unità. Dopo la Micra giunge la Modus e a seguire le altre nostre vetture del segmento A-B offrendoci vantaggi economici considerevoli.

La qualità è sempre più importante?

Assolutamente si ed i nostri sforzi sono massimi in tale direzione: pensi al nostro Sistema di Produzione Renault (SPR), al sistema AVES e a quello ANQP per i nostri fornitori. L’SPR ci consente di elevare la qualità e ridurre i tempi produttivi! La stessa Megane prodotta a Palencia aveva raggiunto in appena 4 mesi l’80% della capacità produttiva ed analoga cosa accadrà per la Modus.

Renault riscopre le piccole dopo essersi concentrata sulle medie con la Megane?

Il segmento A-B ci vede storicamente protagonisti: dalla R5 alla Twingo ! Con circa 574.000 veicoli venduti, Renault ha ottenuto l’11,5% del mercato delle piccole in Europa nel 2003.

L’appetito vien mangiando…?

Crescere è inevitabile e Modus è un nuovo modello, decisamente di conquista: non sostituisce nè Twingo nè Clio, ma si pone un attimo più in alto per soddisfare nuove esigenze ed allargare la nostra offerta.

E Clio e Twingo come stanno di salute?

Clio nasce nel ’98 e mantiene il secondo posto del segmento e Twingo, 11 anni dopo la sua commercializzazione, mantiene la leadership della sua categoria, con concorrenti sempre più numerosi ed ambiziosi.

Ma le loro eredi sono state già schedulate: le voci aumentano…

La Clio sarà rinnovata alla fine del 2005 e la Twingo all’inizio del 2007.

Per essere competitivi bisogna essere sempre in movimento e ci sembra che Renault sia fra le marche più attive: qual’è l’età media del vostro prodotto?

Circa 3,5 anni che rappresenta una delle medie più giovani del mercato e che sintetizza i nostri sforzi nell’innovazione ed evoluzione del prodotto che gli automobilisti hanno apprezzato premiandoci con dati di vendite sempre più incoraggianti.

Grazie mille per la disponibilità e la Modus quanto potremo provarla?

Per la stampa è prevista la presentazione a settembre e subito dopo partirà la commercializzazione.

Ed il prezzo, giusto per concludere in bellezza!

Troppo presto, ma posso anticipare che sarà leggermente superiore a quello della Clio!

Grazie mille Presidente e Buon Lavoro!

 

La parola a Rèmi Deconinck (Senior VP Product Planning Renault)

Quanto avete investito per la Modus?

300 milioni di euro per modernizzare lo stabilimento di Valladolid. Complessivamente 540 milioni di cui 240 presso I nostri fornitori.

E quante potete produrne?

Fino ha 300.000 unità all’anno su tre turni.

Il segmento delle piccole sta cambiando in Europa?

Si, l’offerta si è diversificata notevolmente con lo sviluppo delle station wagon, l’arrivo delle monovolume, la moltiplicazione dei cabriolet, dei coupè-cabriolet ed anche con la comparsa dei piccoli SUV.

Offerta sempre più ampia quindi?

Indubbiamente! Nel 1988 l’insieme dei costruttori europei proponeva 23 modelli. Oggi l’offerta ha raggiunto I 40 modelli!

Un segmento ormai fondamentale a livello europeo?

con quasi 5 milioni di veicoli venduti in Europa, questo segmento rappresenta quasi un terzo delle vendite totali nel Vecchio Continente!

Con quote diverse fra Paese e Paese…

Il 45% dell’Europa centrale ed il 40% in Italia, ma il 20% in Germania…!

Ma la Germania sarà il terzo mercato per Modus dopo Francia ed Italia!

Confermo, ricordando che la Germania è il secondo mercato per la Twingo! In questo caso ai tedeschi piace la filosofia della vettura e non le dimensioni. Scelgono Twingo per la funzionalità, la simpatia e non per il prezzo.

Stessa cosa quindi per Modus?

Alzando il livello sicuramente si, offrendo contenuti e qualità pari a vetture di ben altre dimensioni.

Può darci qualche numero di Modus?

E’ lunga quanto una Clio (3,79 cm), ma sarà leader assoluta per abitabilità con grande spazio sia per i passeggeri anteriori che posteriori

Ottima anche la luminosità, non è vero?

Certo vanta la maggior superficie vetrata della categoria

Una fila di primati…

Il mercato si attende da noi il meglio e siamo sicuri che non deluderemo i clienti di Modus, la maggior parte di conquista e che quindi entreranno per la prima volta in casa Renault!

Ed il Diesel sempre protagonista?

Su Modus e sulle piccole l’incidenza è inferiore (su Twingo non esiste!) perchè la differenza di prezzo è ancora forte per raggiungere un pareggio. Pensiamo che le Modus a gasolio saranno circa il 20% ma se la domanda crescerà siamo pronti a soddisfarla coi nostri due propulsori 1500 da 65 e 92 cavalli .

ARTICOLI CORRELATI