USATA
cerca auto nuove
NUOVA

Corsi di guida dinamica sicura su strada

Organizzato dalla Federazione Motociclistica Italiana con il team di Curve&Tornanti

Corsi On Off
Questa volta parliamo in modo approfondito dei corsi GSSS On Off, quelli più adatti se possedete una moto da enduro.
Non parliamo delle enduro specialistiche, (per le quali non mancano itinerari davvero tosti…) ma delle comode Tourer On/Off con gommatura intermedia (di serie) siano esse ad uno, due o tre cilindri. Questa è la nuova proposta dei corsi di Guida Sicura che procedono con successo ormai da quattro anni in collaborazione con il settore Tecnico della Federazione Motociclistica Italiana. La base di partenza è infatti il noto Centro Tecnico Federale Bruno Comanducci di Polcanto. Il centro, nato nella metà degli anni ’70 è stato ristrutturato recentemente ed è l’unico presente in Italia. Una bella pista per il motocross e numerose aree adiacenti, una vera aula attrezzata con sistemi audiovisivi, un piccolo albergo e un ristorante genuino…Franco, il cuoco è un personaggio che non si dimentica.. Tutto questo fa di Polcanto, e dei corsi GSSS (Guida Dinamica Sicura su Strada), quello che da anni è onorevolmente rappresentato, per gli appassionati della navigazione a vela, dalla spartana Scuola Velica di Caprera.

Il percorso
Ma veniamo a descrivere sommariamente la prima parte del nostro “gran tour” immaginando di collegare tra loro gli itinerari previsti nei tre giorni di corso GSSS On/Off, dedicato come abbiamo detto proprio a questa tipologia di motociclette. Si parte dal centro subito su uno sterrato serpeggiante nel bosco puntando a sud verso il convento di Montesenario che si scorge già prima di giungere al centro, dopo pochi km ritrovando l’asfalto saremo su una bella stradella comunale nota come “Tassaia” tra i boschi di castagni e la bella vista alla nostra destra sulla vallata mugellana e i suoi contrafforti, rappresentati dai monti della Calvana a ovest, la catena appenninica a nord e il gruppo di monte Giovi a Est. In pratica da questa posizione ci troveremo ad osservare a 360° le zone, sempre ai margini della vallata dove andremo a passare. Una breve sosta per ammirare l’Abbazia Trappista del Buonsollazzo, purtroppo da molti anni abbandonata, poi una fitta foresta di pini e abeti scendendo per un tratto breve fino alla N°65 della Futa.

Deviazione per il paesetto di Paterno, dove si lascia nuovamente l’asfalto a favore di una bella sterrata che sale per Cerreto Maggio (la chiesetta è stata utilizzata qualche anno fa come set cinematografico da Sergio Castellitto) poi per un tratto breve la traccia scollinando diventa decisamente più avventurosa fino ad arrivare scendendo nuovamente in valle al paese di Legri…ci immaginiamo che una pausa caffè sarà considerata cosa buona e giusta. Pochi km alternando asfalto e sterrato per arrivare sulle curve tonde del breve passo delle Croci di Calenzano, ideali per ripulire le gomme prima di affrontare il noto “100 curve” di Barberino di Mugello (53 curve in soli 7km…) Tratto imperdibile di strada normalmente inserito nei corsi GSSS.

Articoli più letti
RUOTE IN RETE