USATA
cerca auto nuove
NUOVA

Ferrari Magic India Discovery

Il percorso e le principali tappe Il Magic India Discovery è diviso in 12 tappe per 72 giorni di viaggio. La partenza avverrà da Mumbai presso il Gateway of India, monumento celebrativo della visita di Re Giorgio V e della Regina Maria, con le 612 Scaglietti dirette verso sud, lungo un’autostrada ad 8 corsie che […]

Il percorso e le principali tappe Il Magic India Discovery è diviso in 12 tappe per 72 giorni di viaggio. La partenza avverrà da Mumbai presso il Gateway of India, monumento celebrativo della visita di Re Giorgio V e della Regina Maria, con le 612 Scaglietti dirette verso sud, lungo un’autostrada ad 8 corsie che rappresenta il fiore all’occhiello delle infrastrutture indiane. La prima tappa terminerà a Goa, località turistica un tempo sotto la dominazione portoghese. Il tour proseguirà verso sud sostando a Mysore prima di raggiungere Trivandrum, punta meridionale della penisola indiana, e risalire poi verso nord con tappa a Bangalore, capitale dell’innovazione tecnologica in India. Hyderabad e Ramosi, sede di alcuni set cinematografici di Bollywood, faranno da cornice alla tappa che si concluderà a Vizak, lungo la costa del Golfo del Bengala. Il percorso continuerà lungo la costa orientale fino a raggiungere Kolkata (Calcutta), un tempo sede della famosa Compagnia delle Indie Orientali (British East India Company). Da questo punto avrà inizio la risalita del fiume Gange, passando da Varanasi, città sacra per la religione Indù, e da Khajuraho, nota per gli splendidi templi induisti e giainisti per i quali è stata dichiarata Patrimonio Mondiale dell’Umanità dall’UNESCO. Da qui, le 612 Scaglietti ripartiranno con destinazione Lucknow, soprannominata “la città d’oro”. La tappa successiva porterà le Ferrari a Chandigarh attraverso il Parco Nazionale e il Santuario delle Tigri intitolato al famoso cacciatore delle “mangiatrici di uomini” Jim Corbett. Il tragitto proseguirà poi verso Nuova Delhi, puntando a nord verso Dharamsala, residenza del Dalai Lama in esilio, e Amritsar, centro della religione Sick. La tappa successiva, dalla capitale indiana alla città di Jaipur, attraverserà Agra dove l’Imperatore Moglu Shah Jahan edificò nel 1632 lo splendido Taj Mahal, monumento funebre in memoria della moglie, una delle meraviglie del mondo. Le ultime due tappe, fino al ritorno a Mumbai, passeranno per tutte le località più conosciute del Rajastan, dove sorgono i sontuosi palazzi appartenuti ai Maraja, facendo tappa a Jodhpur, ultima sosta prima del rientro nella capitale dell’industria indiana. Il Magic India Discovery si avvarrà del prezioso appoggio di Tata Group, Tata Motors, Tata Consultancy Services, Taj Hotels, Shell, Fiat India Pvt Ltd., Alcoa, Pirelli, Saima Avandero e OMR. L’assistenza e gli eventuali ricambi saranno garantiti da otto veicoli di supporto: cinque vetture Tata, due Fiat e una Iveco appositamente attrezzati. Oltre ai giornalisti, alla guida delle 612 Scaglietti, ai fotografi e agli operatori tv, la spedizione sarà composta da un team per l’ assistenza tecnica e logistica lungo l’intero itinerario. In coerenza con l’eleganza delle vetture, che sono il modello di più alta gamma della Ferrari, gli ospiti saranno abbigliati in raffinato stile coloniale indossando anche, in un periodo particolarmente soleggiato, una riproduzione del classico baschetto reso celebre dagli inglesi, riproposto in foggia contemporanea dalla Maison Borsalino.

TUTTO SU Ferrari
Articoli più letti
RUOTE IN RETE