Hyundai i20 2018: più colore, nuovi motori e aggiornamenti tecnologici

Aggiornamento consistente per la seconda serie di Hyundai i20, che debutta a Parigi 2018 con nuovi colori, motorizzazioni inedite (il Diesel è stato abbandonato) e tanta tecnologia in più. Ecco come è cambiata

La casa coreana ha presentato in anteprima la nuova Hyundai i20 2018, attesa per l’ultimo trimestre dell’anno. La rivisitazione del modello prende come base la seconda serie, sul mercato ormai dal 2014, e ne va a modificare sostanzialmente aspetto, dotazioni e configurazioni. L’operazione è stata effettuata sia sulla berlina che sulla versione Active, più alta da terra e arricchita da evidenti cenni al mondo crossover.

Restyling a colori

Hyundai i20 2018 Restyling

Il restyling della i20 (berlina nella foto) coinvolge frontale e posteriore, così come la verniciatura che ora può essere configurata su due colori

La nuova Hyundai i20 si ispira alla sorella maggiore sfoggiando, per la berlina, la Cascading Grille già vista su i30 lo scorso anno e gruppi ottici full LED rivisti rispetto al passato. Complessivamente l’auto ha opra uno sguardo più composto e maturo, una sensazione dovuta soprattutto alla disposizione orizzontale delle linee al posteriore. Per quanto riguarda la Active invece, al frontale spicca la generosa protezione alla carrozzeria mentre i gruppi ottici posteriori -nuovi anche sulla berlina- cambiano radicalmente.

 

Motori: Niente più Diesel ma per l’ibrido si aspetta

Non che sia una vera sorpresa, ma un modello immesso sul mercato europeo senza motorizzazioni a gasolio è sempre un evento. Con tutte le probabilità per Hyundai il prezzo di vendita di un buon propulsore Diesel non giustifica gli elevati costi di produzione. Per entrambe le varianti troviamo quindi l’1.0 T-GDI da 100 o 120CV a seconda della configurazione, rispettivamente gestiti da un cambio manuale a 5 o 6 rapporti, ma è possibile richiedere l’automatico a doppia frizione come optional. Per l’Active c’è anche l’1.4 aspirato da 140CV con cambio a sei marce, mentre sulla berlina troviamo in esclusiva i “mille e due” aspirati da 75CV e 84CV.

Total Tech

Hyundai i20 2018 Active Restyling

La versione Active, più alta da terra e con accenni al mondo SUV/Crossover, debutterà insieme alla berlina standard


Hyundai
non si è dimenticata di mettere a punto il comparto tecnologico, ormai irrinunciabile sulle vetture di oggi. L’infotainment infatti può essere richiesto in 4 differenti configurazioni: si parte dal 3,8 pollici di serie per salire ai 5″ della versione intermedia, arrivando poi alle due unità da 7″. Mentre il software rimane invariato su queste ultime, la più ricca offre anche navigatore integrato e i Live Connected Services di Hyundai. Altrimenti c’è comunque la possibilità di sfruttare Apple CarPlay e Android Auto connettendo il proprio smartphone. Con un altro travaso di tecnologia dalla sorella maggiore, i20 propone una fitta rete di ADAS, aiuti elettronici alla guida, comprendente il meglio della tecnologia Hyundai per facilitare la guida nel quotidiano.

ARTICOLI CORRELATI