NUOVA
USATA

La Nissan GT-R si guida con la Playstation 4

Il sogno di ogni gamer è diventato realtà. Provate a immaginare come sarebbe prendere il controllo di una Nissan GT-R da oltre 500CV con il joystick della PlayStation 4 e farla sfrecciare per l'iconico Circuito di Silverstone. Ora premete play e scoprite come è andata

Quando la realtà supera la fantasia succede questo: si guida un’auto sportiva come la Nissan GT-R, in pista, a distanza e usando il joypad della Playstation 4. Non siamo impazziti, ma è veramente quel che è successo su una di quelle piste che contano – nientemeno che Silverstone – e con uno di quei piloti che non scherzano – Jann Mardenborough, vincitore della GT Academy by Nissan. Qualche giorno fa sulle nostre pagine abbiamo parlato di uno degli ultimi giochi di simulazione di guida per console e oggi i due mondi – quello reale e virtuale – si sono uniti dando vita proprio a questo strano test.

La sportiva in questione è come detto la Nissan GT-R in versione debitamente modificata e dotata di un motore V6 da ben 542 CV di potenza. Modifiche realizzate “ad hoc” – che hanno permesso alla sportiva nipponica di essere “radio comandata” a distanza da un elicottero dall’esperto pilota Nismo. Per consentire questo piccolo miracolo la GT-R protagonista di questo strano esperimento è stata equipaggiata con quattro robot.

A loro è quindi stato affidato il compito di gestire sterzo, trasmissione, freni e acceleratore. Ma non solo. Oltre il quartetto di robot hanno trovato posto la bellezza di sei computer capaci di aggiornare ogni singolo comando fino a 100 volte ogni secondo. A questo bagaglio destinato alla parte ludica si aggiungono – come ovvio – anche i sistemi di sicurezza. Altri due piloti – oltre quello principale – possono infatti intervenire sui freni della vettura utilizzando frequenze di comando diverse, fino al completo arresto della Nissan GT-R.

Il risultato portato a casa è quindi eccezionale – con una velocità di punta ottenuta di oltre 210 Km/h. Il giro veloce è stato chiuso in 1 min 17 sec e 47 centesimi con una velocità media sul circuito britannico di 122 orari. Non male considerando che un pilota in carne e ossa e al volante di un’auto qui gira mediamente a 134 Km/h!

 

ARTICOLI CORRELATI