Peugeot 307 Auto dell'Anno 2002

E’ stata premiata l’ultima nata della gamma, (è la terza volta per una vettura del Leone), grazie alla sua“architettura” originale ed alla forte personalità.

Peugeot 307 è stata eletta «AUTO DELL’ANNO 2002». Peugeot 307 è Auto dell’anno 2002: lo ha decretato la Giuria del prestigioso premio, giunto alla 39^ edizione, costituita da 55 giornalisti specializzati, in rappresentanza di 21 Paesi europei. La 307 si è imposta su un lotto di sette finalisti, a loro volta frutto di una “rosa” iniziale di 29 modelli. Questo trofeo, attribuito per la terza volta ad una vettura del Leone – dopo la 504 nel 1969 e la 405 nel 1988 – premia l’ultima nata della gamma e l’accompagnerà nel corso di tutto il 2002. Peugeot, lo considera come riconoscimento per coraggio dimostrato nel proporre, all’interno del più importante e concorrenziale segmento di mercato, un modello caratterizzato da “architettura” originale e da una personalità molto forte. A meno di sette mesi dal lancio commerciale, l’originalità della 307 Esprit Libre ha già “affascinato” la clientela: infatti, nonostante venga proposta per ora solo come berlina e con una gamma motori in via di sviluppo, è già stata venduta in 250mila unità in più di 90 Paesi del mondo, in linea con l’obiettivo dei 300mila esemplari previsti per l’anno in corso. A fine ottobre, ha “sedotto” 72mila clienti in Francia e 13mila in Italia. In Europa occidentale, con quasi 30mila immatricolazioni nell’ottobre scorso (136mila complessivamente), la 307 ha già conquistato il 2,5% del mercato mensile, secondo modello Peugeot più immatricolato, dopo la 206 (4,2%), con una ripartizione pressoché equilibrata tra benzina e diesel. In Italia la quota di quest’ultimo è, invece, del 60%, grazie anche al motore Hdi equipaggiato con il F.A.P. (filtro attivo antiparticolato). Questo successo commerciale è frutto anche dell’impegno industriale, che ha permesso di costruire a tutt’oggi circa 270mila vetture nelle fabbriche di Sochaux e di Mulhouse le quali, dopo l’opportuno rodaggio del primo semestre dell’anno, raggiungeranno la produzione giornaliera delle duemila unità. Nel 2002, l’aggressività della 307, cui contribuirà il primo sviluppo anticipato dalla 307 SW presentata all’ultimo Salone di Francoforte, consentirà di raggiungere l’obiettivo delle 550mila vendite mondiali, ben superiore al migliore risultato fin qui registrato dal Marchio nel segmento delle vetture medie.

ARTICOLI CORRELATI