Peugeot 307 WRC

L’unico difetto sta nello sponsor…! Splendida quanto aggressiva.

Peugeot 307 WRC. Il Salone dell’auto di Francoforte ha segnato la nascita di un terzo importante avvenimento nella recente storia sportiva di Automobiles Peugeot. Nel febbraio 1983, contemporaneamente alla commercializzazione della 205 di serie, Peugeot presentava la 205 Turbo 16. Nel giugno del 1998 la Casa del Leone lanciava simultaneamente la 206 e la versione sportiva WRC. Oggi è il turno della 307 che arricchisce la gamma con l’arrivo della versione “Campionato del Mondo Rally”: la 307 WRC.
La 206 WRC va in pensione Derivata dalla versione alto di gamma della Peugeot 307 CC, equipaggiata dal motore di 180 CV, la 307 WRC sostituirà la tre volte iridata 206 WRC. La data del debutto agonistico non è stata ancora decisa poiché la grande competitività messa in mostra dalla 206 WRC anche quest’anno, consente a Peugeot Sport di sviluppare con tranquillità la nuova vettura. La 307 WRC ha mosso i primi…passi alla vigilia del Natale scorso. Da allora si sono succedute numerose prove, sia su terra sia su asfalto.
A supporto della strategia marketing e di una precisa richiesta della Direzione Generale di Peugeot, nonché per le sue qualità strutturali, la scelta del modello da utilizzare come base di sviluppo della futura Peugeot WRC, è caduta sulla versione Coupè Cabriolet della 307. Sebbene più pesante della berlina – come tutte le coupé cabriolet – la 307 necessita di alcuni rinforzi; il progetto WRC ha beneficiato della nuova regolamentazione che fissa il peso minimo della scocca a 320 kg. Nella versione WRC, le parti rientranti che formano il tetto di serie della Coupé Cabriolet sono fisse e la scocca rinforzata.
Numerose le novità La Peugeot 307 WRC presenta numerose novità meccaniche, ad iniziare dal cambio Hewland a cinque marce, montato in linea al motore in posizione trasversale, contrariamente a quello longitudinale della 206 WRC.
Un dispositivo di rinvio conico, posto dopo il differenziale centrale assicura la trasmissione della coppia alle ruote posteriori. I tre differenziali anteriore, centrale e posteriore sono a gestione elettronica.
Il motore è il recente XU7JP4 con monoblocco in alluminio che prende il posto del XU9J4 della 206 WRC. Questo propulsore, che equipaggia di serie la 406 1,8 litri, raggiunge, nella versione WRC, i 2 litri di cilindrata con una potenza di circa 300 CV a 5250 g/min e una coppia di 530 Nm a 3500 g/min.
25.000 le 307CC da 180 CV! L’omologazione della versione da corsa sarà chiesta nel gennaio 2004. Come prevede il regolamento, infatti, dovranno essere prodotti 2.500 esemplari della 307 CC 180 CV e complessivamente, in dodici mesi consecutivi, 25.000 unità dell’intera gamma 307 CC.

ARTICOLI CORRELATI