Porsche al Salone di Parigi 2004

Parigi – Sportività alla tedesca…

Parigi – Il Salone di Parigi è stato per Porsche, a livello di prodotto, uno degli avvenimenti più interessanti degli ultimi anni. A tenere banco è stata indubbiamente la nuova Porsche Boxster, che è stata in grado di mettere in ombra anche un mostro sacro come la 911.
A ben guardarla, comunque, la piccola Porsche sportiva è solamente un profondo aggiornamento del modello attualmente in produzione, che segna l’abbandono dei gruppi ottici a “uovo al tegamino” – introdotti dalla stessa Boxster – per sposare un concetto a “tutto tondo”, più consono alla tradizione della Casa tedesca. Novità anche sotto al cofano, con il 2.7 litri che eroga ora 240 CV (+12), mentre la 3.2 S arriva ora a 280 CV (+20).
Anche l’intramontabile 911 ‘04 segna un ritorno alle origini nello stile, mentre sotto al vestito è tutta nuova. I motori aspirati, ad esempio, ora sono due: si tratta di un 3.6 litri ed un 3.8 litri capaci rispettivamente di 325 e 355 CV, abbinati ad un nuovissimo cambio manuale a sei rapporti o all’automatico Tiptronic. C’è anche una bella dose di elettronica in più, messa a punto per rendere la potente coupè tedesca ancor più docile e facile da guidare nell’utilizzo di tutti i giorni.
Nessuna novità, invece, per la SUV Cayenne. Chi si aspettava la versione 5.0 TDI – con il V10 Volkswagen chiamato in causa… – è rimasto sicuramente deluso, ma non è detto che in futuro non ci sia posto per un SUV turbodiesel.
Vai alle schede delle novità: · Porsche 911 · Porsche Boxster

ARTICOLI CORRELATI