Tuning che passione!

Le gare di drifting o di burn out non sono l’ennesima manifestazione dell’ansia da prestazione, sono piuttosto una prova iniziatica dove maschi (e femmine) della specie si divertono ed intrattengono lo spettatore facendo appello alle pulsioni più inconsce legate all’età dei giochi. Le sfide di potenza sonora in questo contesto non sono il delirio di […]

Le gare di drifting o di burn out non sono l’ennesima manifestazione dell’ansia da prestazione, sono piuttosto una prova iniziatica dove maschi (e femmine) della specie si divertono ed intrattengono lo spettatore facendo appello alle pulsioni più inconsce legate all’età dei giochi. Le sfide di potenza sonora in questo contesto non sono il delirio di onnipotenza del tamarro del quartiere, sono l’urlo di battaglia del guerriero del tuning, il kiai energetico del samurai dei motori. D’accordo, d’accordo, ci stiamo spingendo un po’ oltre in questa nostra disamina sul tuning, ma il nostro è puro e semplice interesse per un fenomeno che sta valicando frontiere e sta trovando collocazione anche nella nostra civile società moderna.

Una carrellata di immagini
Oggi ci permettiamo di offrirvi una carrellata di immagini prese dal web, grazie al contributo di siti come 4tuning.ro, tuninglove.com ed il nostro stesso portale Infomotori.com; abbiamo attinto anche a siti ufficiali di preparatori per offrirvi qualche modello interessante e, lo ammettiamo, ci siamo divertiti un bel po’ spulciando le foto delle babies dai saloni, sempre gradite come la classica ciliegina sulla torta.
E come si dice in questi casi, gustatevi l’occhio!

Tag:
ARTICOLI CORRELATI