Ultimissima: Chrysler nuovo Voyager 2008

A breve l'arrivo in Europa

Chrysler nuovo Voyager 2008. “Grossa” novità in casa Chrysler, nel vero senso della parola… E’ infatti pronto per la strada il nuovo Voyager versione 2008, spazioso monovolume capace di ritagliarsi una vasta clientela anche sul mercato europeo. Merito soprattutto dello spazio offerto, adeguato anche per sette persone, e dei motori turbodiesel potenti e poco assetati.
Inverte la rotta
Il nuovo stile appare nettamente diverso dalla precedente generazione, nel bene o nel male: addio alle forme arrotondate, ed anche alla personalità che distingueva il vecchio Voyager rispetto alle altre proposte del segmento. Il frontale presenta un’ampia calandra, e forme molto massicce, mentre il posteriore di taglio pressochè verticale non suscita particolari emozioni, pur risultando piuttosto equilibrato.
Conferma
I propulsori dovrebbero rimanere gli stessi della precedente generazione (con qualche aggiornamento), due turbodiesel e due benzina. I primi sono un 2.5 ed un 2.8 CRD da 143 e 163 cavalli (più potente rispetto all’attuale propulsore in commercio), mentre sul fronte benzina si potrà scegliere fra il quattro cilindri di 2.4 litri da 147 cavalli ed il V6 3.3 da 174. Su alcuni mercati verrà offerta anche una nuova unità di 3.8 litri sei cilindri a V di 193 CV.
Salotto
Gli interni si confermano al top in quanto ad eleganza e praticità. I posti rimangono sette disposti su tre file (con condizionatore tri-zona), elegantemente rifiniti e modulabili a piacere fino a creare un vero e proprio “ufficio viaggiante”. Non mancano i gadget per l’intrattenimento, dagli schermi sul padiglione all’impianto navigatore-DVD, disponibili su richiesta, mentre i vetri posteriori oscurati garantiscono privacy ed una adeguata protezione dai raggi solari. Tre gli allestimenti possibili: LX, Touring e Limited.
Quando?
Rimangono ancora incerte le date di commercializzazione della nuova monovolume statunitense, anche se è comunque sicuro il debutto per il 2008 (a questo punto ipotizziamo i primi mesi). Nascerà anche una “gemella” griffata Dodge (destinata probabilmente al mercato di casa), in attesa della collaborazione con Volkswagen.

ARTICOLI CORRELATI