Eco incentivi auto dal 14 marzo 2013, condizioni e modalità d’accesso

Gli eco incentivi per auto a basse emissioni gpl, metano, elettrica, ibria sono disponibili dal 14 marzo 2013. Ecco le informazioni utili relative alle condizioni e modalità di accesso

Al via il 14 marzo gli incentivi auto 2013. Per i veicoli a basse emissioni gpl, elettrica, ibrida e a metano partono i contributi che vanno dai 2.000 ai 5.000 euro in base alle emissioni di CO2.

CONDIZIONI E MODALITA’ DI ACCESSO PER GLI INCETIVI AUTO 2013
Per accedere alle agevolazioni non e’ sempre necessario consegnare un veicolo per la rottamazione. Il contributo infatti è concesso anche in assenza di rottamazione solo nel caso di veicoli con emissioni di CO2 non superiori a 95 g/km e nei limiti delle risorse disponibili in questo caso,  in assenza di rottamazione e CO2<= 95 g/km, del valore di 4.5 milioni di euro.

INCENTIVI AUTO 2013 MODALITA’ DI RICHIESTA
Dal 14 marzo 2013 il rivenditore, al momento dell’acquisto, può richidere il contributo. Una volta definito il prezzo, il venditore accede alla piattaforma di prenotazione, dopo essersi registrato, inserendo i dati dell’auto e dell’acquirente. Verificata la disponibilità delle risorse se è positiva, viene emessa automaticamente dalla piattaforma una ricevuta di prenotazione e l’operazione viene considerata avviata.

CONDIZIONI DEI VEICOLI USATI DA CONSEGNARE AL VENDITORE
Il veicolo usato, per poter accedere agli eco incentivi 2013, deve rispondere a determinate condizioni per poter esser poi consegnato al venditore. Il veicolo infatti deve:
– essere immatricolato almeno dieci anni prima della data di immatricolazione del veicolo nuovo,
– essere intestato da almeno dodici mesi dalla data di immatricolazione del veicolo nuovo, allo stesso soggetto intestatario di quest’ultimo o ad uno dei familiari conviventi alla stessa data, ovvero, in caso di locazione finanziaria del veicolo nuovo, che sia intestato, da almeno dodici mesi, al soggetto utilizzatore del suddetto veicolo o a uno dei predetti familiari
– appartenere alla stessa categoria del veicolo acquistato, secondo le categorie definite nell’allegato 1 al Decreto. A titolo esemplificativo, se l’acquirente intende comperare un veicolo commerciale leggero, deve consegnare al venditore un analogo veicolo commerciale leggero usato. Quindi la categoria del veicolo nuovo e di quello rottamato risultante dai libretti di circolazione dei due veicoli deve coincidere (ad esempio: M1 per M1, L1 per L1, etc.)
– essere obbligatoriamente avviato a rottamazione.

SCADENZE ECO INCENTIVI AUTO 2013
Entro 90 giorni dalla prenotazione, i venditori consegnano il veicolo e confermano l’operazione, comunicando il numero di targa del veicolo nuovo consegnato e caricando sulla piattaforma la relativa documentazione. Sia l’acquirente che il venditore devono essere consapevoli che il mancato rispetto di tale disposizione comporta la perdita del diritto al contributo prenotato.

Inoltre il veicolo usato consegnato al venditore contestualmente all’acquisto di un veicolo nuovo, non può essere reimmesso sul mercato. I venditori infatti, entro 15 giorni dalla data di consegna del veicolo nuovo, pena il mancato riconoscimento del contributo statale, hanno l’obbligo di consegnare il veicolo usato ad un demolitore, che lo prende in carico all’esclusivo fine della messa in sicurezza, della demolizione, del recupero di materiali e della rottamazione e provvedere direttamente alla richiesta di radiazione per demolizione allo sportello telematico dell’automobilista.

Per tutte le informazioni complete e per accedere all’area di registrazione si può consultare il sito messo a disposizione del Ministero dello Sviluppo Economico http://www.bec.mise.gov.it.

TAGS:

info ADV

VOLVO XC40
VOLVO XC40
OFFERTA SEMPRE CONNESSA. SOPRATTUTTO CON TE.

info ADV

NUOVA VOLVO XC60
NUOVA VOLVO XC60

info ADV

NUOVA VOLVO V60
NUOVA VOLVO V60
OFFERTA LA STATION WAGON DA CHI L'HA RESA UNICA
ARTICOLI CORRELATI