Motorsport Technical School: la passione fa scuola

E' giunta alla terza edizione la Motorsport Technical School, la prima scuola di alta formazione professionale per tecnici delle competizioni. Venti selezionati partecipanti potranno studiare per diventare esperti meccanici di auto e moto da corsa o ingegneri di pista

Sono iniziate a novembre sul circuito di Monza le lezioni della terza edizione della Motorsport Technical School, l’unico corso di formazione in Italia, realizzato in collaborazione con APA Confartigianato Imprese e Sias, che si pone l’obiettivo di preparare meccanici specializzati per auto e moto da corsa oltre che formare ingegneri di pista. Un’iniziativa che raccoglie sempre maggiori consensi, come dimostrano gli oltre cento aspiranti meccanici e ingegneri che si sono presentati alla selezione. Solo per venti di loro il sogno di vivere la propria passione a contatto con il mondo delle corse si è trasformato in realtà.

 

Il numero ridotto di partecipanti è legato proprio all’esclusività della formazione: 160 ore di lezioni teoriche e pratiche per i meccanici di auto e moto che terminano con un apprendistato esclusivo presso importanti team nazionali e internazionali, che guardano con sempre maggiore interesse a questa iniziativa e, soprattutto, a quanti vi prendono parte. Diverso il piano di studi per i Race Engineering, destinato a forgiare i “Gigi dall’Igna” del futuro, che prevede una durata di 240 ore di ore di lezione tutte in lingua inglese e un periodo di tirocino pratico. 

 

Un’idea sostenuta e promossa fin dall’inizio da Confartigianato motori di Monza e Brianza, come spiega il presidente Giovanni Barzaghi: “Confartigianato rappresenta da sempre il mondo motoristico e dell’autoriparazione ed è dall’origine partner di MTS. Attraverso la scuola vogliamo contribuire a  potenziare il settore, formando una nuova figura professionale ultra-specializzata così come richiesto dalle squadre”.

ARTICOLI CORRELATI
RUOTE IN RETE