WRC2 Gran Bretagna: la C3 R5 pronta per la sfida

WRC2 Gran Bretagna: la C3 R5 pronta per la sfida - Foto  di

Stéphane Lefebvre deciso a conquistare il podio

In un clima ancora estivo, la C3 R5 si prepara ad affrontare il Rally di Gran Bretagna, una gara su terra dalle caratteristiche sempre molto autunnali. Citroën Racing punterà ancora una volta su Stéphane Lefebvre e Gabin Moreau, affiancati dagli equipaggi privati Ole Christian Veiby-Stig Rune Skjaermoen e Simone Tempestini-Sergiu Itu.
Foreste folte e buie, nebbia fitta, piste spesso ricoperte di fango e un’aderenza particolarmente variabile. La settimana prossima la C3 R5, al suo debutto in Galles per il Rally di Gran Bretagna, rischia di dover affrontare un clima piuttosto autunnale, anche se la gara inglese sarà in programma un po’ in anticipo rispetto allo scorso anno.

Con tre podi (2° in Corsica, 3° in Portogallo e 2° in Turchia) nel super competitivo WRC2, però, la nuova auto ha dimostrato fin da subito di essere molto versatile e di sapersi adattare perfettamente a fondi molto diversi.

Con tre partecipazioni all’attivo in questa prova e un ottavo posto nel 2015, Stéphane Lefebvre, pilota ufficiale di Citroën, conosce bene le caratteristiche specifiche di questo rally e sarà ovviamente la punta di forza del team. Il pilota 26enne del nord della Francia ha spesso ottenuto ottimi piazzamenti, e ora punta a conquistare la sua prima vittoria con la C3 R5 con il doppio obiettivo di promuoverla e di finalizzarne lo sviluppo.

Un programma i cui risultati non hanno tardato a farsi vedere: il promettente norvegese Ole Christian Veiby, 22 anni, ha lasciato la concorrenza e ha scelto la C3 R5 per correre in Gran Bretagna ed in Spagna (25-28 ottobre). Ha già iniziato a familiarizzare con la nuova auto e affronterà la prova britannica (4 partecipazioni all’attivo) puntando in alto.

Esattamente come Simone Tempestini, il secondo pilota privato che guiderà la C3 R5 in Gran Bretagna, galvanizzato dal recente podio in Turchia.

Pur restando un classico del genere, quest’anno il percorso propone alcune novità, come le PS di Penmachno (16,95 km) e Slate Mountain (1,63 km) in programma venerdì e alcuni nuovi tracciati per Brenig e Sweet Lamb Hafren.
La tappa di domenica, che si chiuderà a Llandudno, nel nord del Galles, vedrà l’introduzione della crono di Elsi (10,06 km) e di una versione ampiamente rivista di Gwydir (14,76 km).

ARTICOLI CORRELATI
RUOTE IN RETE