Citroen C3 1.4 Hdi 16V: Test Drive

La bella francesina si trasforma in una “peperina” con un common rail da ben 92 CV . Brillante quanto sobria!

Citroen C3 1.4 Hdi 16V: Test Drive. Che la C3 avesse tutti i numeri per sfondare non era un segreto, ma i risultati raggiunti in pochi mesi hanno sorpreso persino i suoi “papà” che guardano con gli occhi lucidi i dati settimanali delle vendite che continuano ad aumentare, pur in presenza di una gamma ancora giovane (con l’arrivo della Pluriel scatterà il “turbo”).
Si può parlare di successo storico e se il buongiorno si vede dal mattino bisogna dire che C3 ha davvero bruciato le tappe con oltre 120.000 visitatori ai porte aperte ed oltre 9.000 ordini presi praticamente a “scatola chiusa”. Piace al pubblico come alla critica, segnalando la sua elezione da parte dei giornalisti dell’UIGA ad “Auto Europa 2003” ed il suo nome compare nelle primissime posizioni di tutti i vari premi assegnati in Europa da testate e giurie di stilisti.
In un periodo non proprio favorevole per il mercato dell’automobile, la sagoma accattivante della C3, (che a molti nostalgici ricorda le storiche curve della 2 Cavalli), ed il suo simpatico musetto hanno conquistato le simpatie del pubblico. Un dato interessante è che buona parte degli acquirenti della C3 non sono già possessori di una Citroen, e questo è davvero un buon segno. Il modello più fresco e fra i più interessanti (specie in questo momento in cui tutti amano sempre più le vetture a gasolio, tradendo con crescente frequenza la non più appetibile benzina) è certamente il potente diesel Hdi 16V da 92 CV che è in grado di spingere la media francese fino a 180 km/h.
Citroen C3 è la prima vettura a beneficiare della versione più potente del turbodiesel 1400, frutto della collaborazione fra il Gruppo PSA e Ford. Si tratta di un motore tipo common Rail di seconda generazione, che riprende le già apprezzate caratteristiche dei motori Hdi di prima generazione: consumi ridotti, silenziosità di funzionamento, confort di guida e rispetto per l’ambiente, abbinando dimensioni e peso ridotti a prestazioni inedite per questi livelli di cilindrata. Questo motore è caratterizzato dalla distribuzione a 4 valvole per cilindro e dal turbocompressore a geometria variabile, erogando una potenza massima di 92 CV con una coppia massima di 200 Nm a partire da 1750 giri/min.
Si tratta di una versione che si colloca al vertice della gamma diesel e ai vertici assoluti della C3 quanto a prezzo: disponibile negli allestimenti Elegance ed Exclusive, la C3 HDi 16V costa rispettivamente 14.850 e 15.700 euro, ossia 700 euro più delle corrispondenti versioni con il diesel 8 valvole da 70 CV. Su strada questo potente diesel si fa apprezzare per la brillantezza delle prestazioni e della coppia, che rendono la marcia sensibilmente più vivace, con un’elasticità superiore anche al motore 1600 a benzina; la risposta ai comandi dell’acceleratore è pronta a tutte le andature e all’occorrenza è possibile tirare le marce fino a 5000 giri/min.
La velocità massima raggiunge i 180 km/h e l’accelerazione da 0 a 100 km/h richiede 12,9 secondi. Grazie alla bassa cilindrata adottata ed all’impiego di leghe d’alluminio e materiali composti, i consumi del motore sono praticamente analoghi a quelli della versione diesel da 70 CV, leggermente superiore quello urbano ed inferiore quello extraurbano: la media è superiore ai 23 km/litro. Provandola per quasi tre settimane siamo rimasti impressionati sia dalla brillantezza che dalla silenziosità di marcia, nonchè dalla maneggevolezza con cui la si guida, apprezzando la stessa silenziosità ed efficacia delle gommature Michelin. In città o nel percorso misto, la C3 Hdi si è rivelata un’ottima compagna, accettando anche la guida più sportiva per merito di un valido cambio che non conosce la parola “imputamento”, uno sterzo diretto quanto preciso ed un sistema frenante più che adeguato al tipo di vettura.
Il posto guida è assai ergodimanico e tutto è sotto controllo, tanto che dopo pochi chilometri ci si trova a proprio agio, la visibilità è buona sia davanti che dietro e non manca certo né spazio né luminosità. Insomma un gioiellino da provare e mettere fra i modelli da prendere in considerazione se cercate una vettura sicura, compatta, sobria e brillante!

ARTICOLI CORRELATI