Lamborghini Gallardo Superleggera – Test Drive

Tempesta alla bolognese

Lamborghini Gallardo Superleggera – Test Drive. Padova – Un ruggito squarcia il silenzio dei Colli Euganei. Due belve si inseguono, si sfiorano, si incrociano, in una sorta di corteggiamento metallico e rumoroso. Una è scura come la notte, l’altra invece è di un arancione sfacciato, ed ambedue aggrediscono ogni tornante come fosse l’ultimo. Ora però è tornata la quiete: il mondo, ammutolito di fronte a tanta superba dirompenza, torna al suo ritmo. Il tempo, accelerato dalla rapidità delle due fiere, scorre ora placido sul Castello di Valbona. Non si tratta di un articolo sul mondo animale, tranquilli. Anche se stiamo parlando di due torelli bolognesi, purosangue, allevati in quella fabbrica che tale Ferruccio Lamborghini creò ormai 44 anni orsono. Una fucina dalla quale sono uscite auto selvagge, come l’animale loro simbolo, capaci di spaventare anche… qualche limitrofo Cavallino. Superleggera La protagonista del Test Drive firmato Infomotori.com è l’ultima nata di casa Lamborghini, la Gallardo Superleggera. E se credete si tratti di un semplice allestimento, non avete letto attentamente le sue caratteristiche tecniche. Il lavoro svolto dai tecnici di Sant’Agata è infatti qualcosa di certosino, una smania di perfezione che per gli amanti del genere si traduce in prestazioni quasi imbarazzanti. Il cofano motore, il diffusore posteriore, il fondo del veicolo, gli specchietti retrovisori ed il tunnel centrale sono in carbonio a vista, mentre molte superfici vetrate sono sostituite dal leggero e resistente policarbonato. Il tutto per un risparmio di 100 kg, valore impressionante se considerate il peso già ridotto della Gallardo “di partenza” (1430 kg).

ARTICOLI CORRELATI