Lancia nuova Thema SW, immaginiamo con un rendering la versione Station Wagon

Come potrebbe essere la versione famigliare dell'ammiraglia Lancia? Ecco un rendering di Infomotori per la Lancia Thema Station Wagon, pronta a lanciare la sfida Audi A6 Avant, BMW Serie 5 Touring e Mercedes Classe E Station Wagon

In ottobre debutta la berlina di lusso del gruppo Fiat mentre la versione station wagon dovrebbe arrivare per i primi mesi del 2012, in diretta concorrenza con BMW Serie 5  Touring, Audi A6 Avant e Mercedes Classe E Station Wagon.

Dopo il debutto della versione berlina al Salone Internazionale di Ginevra della nuova Lancia Thema, la cui commercializzazione è attesa per ottobre 2011, è attesa per i primi mesi del 2012 invece la sua versione famigliare.
Così come la berlina di lusso, anche la station wagon riprende lo stesso pianale della Chrysler 300C Touring, contraddistinta da una silhouette muscolosa ed al contempo sportiva, con una alta linea di cintura.
Il frontale è quello imponente e razionale visto nella berlina, con i farti a LED inconfondibili di notte e una griglia cromata.

I motori della Lancia Thema station wagon dovrebbero essere molto simili alla sua versione berlina, quindi un V6 benzina Pentastar e due diesel 3 litri da 190 e 224 CV.
Se sembra del tutto scontato il motore benzina, capace di erogare una potenza 292 cavalli a 6400 giri/minuto e una coppia massima di 353 nm a 4800 giri/minuto con emissioni di CO2 pari a 199 g/km (consumo ciclo combinato: 8,3l/100km), qualche sorpresa potremmo aspettarcela per le motorizzazioni a gasolio. Alla luce dell’acquisizione di Fiat Powertrain Technologies del 50% delle azioni VM Motori, società italiana specializzata nello sviluppo dei motori diesel, avvenuto lo scorso febbraio, Fiat e Chrysler possono contare su un leader nel settore. Non è un caso se infatti all’ultimo Salone di Ginevra è stata presentata la Jeep Grand Cherokee con un nuovo motore diesel 3 litri V6 costruito proprio dalla ferrarese VM Motori.
Fiat potrebbe infatti pensare a un V6 più adatto al mercato europeo soprattutto per economie di gestione.

Non è da escludere nemmeno una versione sportiva, come quella presentata al Motor Show di Bologna a dicembre 2010, la 300C SRT Design, con cerchi da 20 pollici, sedili avvolgenti (con inserti in pelle scamosciata e logo SRT ricamato sullo schienale), volante sportivo, finiture con motivo a fibra di carbonio sui rivestimenti interni e sul cruscotto, cristalli atermici scuri, doppio terminale di scarico cromato, retrovisori esterni e maniglie delle portiere in tinta con la carrozzeria e dettagli da Gran Turismo. 

ARTICOLI CORRELATI