Nuova Volkswagen Golf Bifuel per andare a benzina e a gpl con la qualità Golf

Massimo degli incentivi governativi e consumi ridotti per la nuova Golf 6 a doppia alimentazione benzina / GPL. Dovrà affrontare agguerrite rivali come la Ford Focus GPL

Vai all’articolo Volkswagen Golf 7

Nuova Volkswagen Golf BiFuel GPL. Volkswagen risponde prontamente alle esigenze del mercato automobilistico italiano proponendo una versione a GPL della nuova Golf. Il propulsore scelto è il quattro cilindri 1.6 capace di sviluppare 102 cavalli. Si tratta di un’unità propulsiva non troppo preformante ma decisamente collaudata e affidabile. Le emissioni nocive della nuova Golf BiFuel sono estremamente ridotte: si parla di soli 149 grammi di CO2 / km. Questo dato è riferito all’alimentazione a GPL: quando la Golf BiFuel “lavora” a benzina le emissioni salgono a 169 grammi di CO2 / km. Il prezzo della nuova Golf 1.6 Trendline BiFuel è di 19.225 Euro, che grazie ai 1.500 Euro di contributo governativo per le auto ecologiche diventano 17.725 Euro. I consumi si assestano sui 7,1 litri per 100 km.

Il design richiama la recente coupè Volkswagen Scirocco e il prototipo Volkswagen Golf GTI W12 Concept. Dopo una partenza difficile, le vendite della quinta generazione sono andate piuttosto bene, grazie all’esemplare affidabilità raggiunta dagli ultimi esemplari e al forte appeal della casa del brand Volkswagen. Ciò non toglie che il ciclo vitale della Golf V sia ormai concluso. Il nuovo modello nasce con una grande responsabilità sulle spalle: consacrare ancora una volta la media di casa Volkswagen sul trono di auto più venduta d’Europa, in un contesto reso sempre più insidioso da rivali agguerrite e crisi petrolifera. Veniamo ora agli scatti: la nuova Golf appare decisamente classica e rassicurante, senza particolari slanci fantasiosi. Linee più aggressive ed estrose sono state volutamente messe in campo altrove, ovvero con la recente coupè Volkswagen scirocco. Il frontale è massiccio, armonioso e proporzionato: quello che ci si aspetta da una vettura tedesca destinata a fare grandi numeri. Come sulla cugina scirocco, i fari sono collegati dalla mascherina recante il logo della casa. Più in basso troviamo un’ampia presa d’aria che ospita ai margini i fari fendinebbia. La fiancata è alleggerita da una nervatura posta poco sopra le minigonne, mentre il posteriore è dominato dalle grandi luci rettangolari molto simili a quelle di Scirocco e Touareg. Nel complesso il risultato è gradevole, tanto nella versione tre porte quanto in quella, destinata a raccogliere la maggior parte delle preferenze, a cinque porte.

ARTICOLI CORRELATI