Opel Astra, arriva il 1.6 SIDI Turbo a benzina

La berlina compatta del marchio tedesco, Opel Astra, allarga l’offerta di motorizzazioni con un nuovo propulsore alimentato a benzina, che promette alte prestazioni e bassi consumi

Slanciata all’esterno, dentro è abbastanza rifinita. È un po’ più lunga rispetto alla categoria, ma si comporta bene su strada. L’Opel Astra, rivale per eccellenza della Ford Focus, è una cinque porte dalle linee piacevolmente sportive.

 

La berlina compatta del segmento C, migliorata rispetto alle precedenti generazioni, punta a conquistare nuovi clienti, forte di una buona guidabilità e di un ricco ventaglio di allestimenti e motorizzazioni. L’ultima new entry nella gamma a benzina dell’Opel Astra è il 1.6 SIDI Turbo da 170 CV, abbinato a un cambio manuale o automatico (entrambi a sei marce).

 

La berlina tedesca equipaggiata con il nuovo propulsore a benzina è disponibile nell’allestimento Elective o Cosmo. I prezzi partono da 22.200 euro. L’Opel promette consumi ed emissioni in calo del 14% (grazie all’adozione del sistema Start&Stop), oltre a un rombo del motore ben intonato, ottenuto lavorando su aspirazione, scarico e insonorizzazione delle testate.

 

Prestazioni e consumi
Il quattro cilindri da 1.6 litri, con cambio manuale a sei rapporti, raggiunge una velocità massima di 220 km/h. Accelera da 0 a 100 km/h in 8,7 secondi, con una coppia massima di 260 Nm a 1.650 giri/minuto. Per percorrere 100 chilometri ha bisogno di 5,9 litri di benzina nel ciclo misto, 4,9 litri in autostrada e 7,8 litri in città. Le emissioni si attestano sui 139 g/km di CO2.

 

Il 1.6 SIDI Turbo con cambio automatico spinge fino a 212 km/h di velocità di punta, con uno scatto da 0 a 100 km/h in 9,2 secondi. Ogni 100 chilometri, “beve” 6,8 litri di benzina nel combinato, 5,4 litri nei tratti extraurbani e 9,2 litri nel traffico cittadino, emettendo 159 g/km.

ARTICOLI CORRELATI