Porsche Panamera

Porsche Panamera è la perfetta fusione tra una berlina lussuosa e lo spirito sportivo della celebre casa tedesca: disponibile con motori benzina e diesel, al vertice della gamma c'è la Turbo S

Porsche Panamera. L’attesa berlina/coupè marchiata Porsche sta per arrivare: il debutto ufficiale ha avuto luogo presso il Saline del’Auto di Shanghai 2009, manifestazione che sta diventando più importante di anno in anno. I prezzi per il mercato italiano parlano di 96.500 euro con il cambio manuale e 98.085 con il nuovo PDK, il cambio a doppia frizione che di recente ha debuttato su 911, Cayman e Boxster. La Panamera 4S, invece, sarà disponibile solo con il PDK e il listino parte da 104.00 euro. La Panamera Turbo, invece, equipaggiata con il propulsore più performante, parte da 137.500 euro.

I motori saranno un V6 aspirato da circa 300 cavalli e due V8, uno aspirato e uno biturbo da 400 e 500 cavalli ma solo questi ultimi due saranno disponibili al lancio. Trazione posteriore o integrale con Porsche Traction Management (PTM), cambio manuale a 6 marce o l’apprezzatissimo PDK a 7 rapporti. La Panamera sarà anche ibrida, e non stiamo parlando di speculazioni poco fondate bensì di un ufficialissimo comunicato stampa. L’ammiraglia tedesca sfrutterà la base tecnologica del SUV Cayenne Hybrid, al fine di ottenere consumi prossimi ai 9 litri per 100 chilometri. Che rimangono, in soldoni, poco più di 11 km/litro: da rizzare i capelli se pensiamo ad un’utilitaria media, da primato per una granturismo potente, veloce e pesante. La Panamera ibrida dovrebbe sposare il 3 litri benzina con una moderna unità elettrica.

Arriverà a settembre
L’indiscutibile successo di Maserati Quattroporte, per non parlare di Ferrari 612 Scaglietti e delle meno sportive ma comunque esclusive tedesche BMW Serie 7 e Mercedes CLS, devono aver dato una bella spinta sull’acceleratore di questo progetto che verrà presentato a Shangai in aprile e sarà sulle nostre strade entro la fine dell’estate. Le prospettive parlano di 20.000 unità annue che usciranno dallo stabilimento Porsche di Leipzig, già “culla” del SUV Cayenne e della sportivissima Carrera GT. La Casa tedesca ha intenzione di creare una struttura completamente nuova per la produzione della Panamera, smentendo quindi le voci di una possibile collaborazione con qualche altro costruttore per limitare i costi, come peraltro già avvenuto con Volkswagen nella realizzazione del pianale di Cayenne e Touareg. Dal punto di vista stilistico Porsche Panamera si rifà alle curve morbide dell’eterna 911, soprattutto per quanto riguarda il frontale. Ciò non le impedisce di raggiungere la ragguardevole lunghezza di 4.90 metri con un interasse tra la ruota anteriore e posteriore pari a circa 2.90 metri, a conferma della buona abitabilità anche per quattro adulti, garantita oltretutto dall’altezza fissata ad 1.45 m. I gruppi ottici anteriori riprendono invece lo stile della “vecchia” 911-996, tanto criticati dai puristi della casa tedesca prima dell’adozione, con la nuova 997, dei tradizionali fari circolari. Al posteriore ritroviamo dei proiettori allungati che seguono il profilo sagomato del portellone e si estendono fino a lambire i larghi passaruota.

 

 

 

 

ARTICOLI CORRELATI