Renault Megane Coupè RS 16V 265 CV prova su strada

Long Test Drive per la Renault Mégane Coupè RS 16V 265 CV MY14, sportiva in grado di regalare emozioni vere grazie ad un'elettronica non invasiva. Scatta da 0 a 100 km/h in 6 secondi netti ed il suo prezzo di listino è pari a 26.950 euro

Impossibile o quasi restare indifferenti di fronte alla Renault Mégane Coupè RS 16V 265 CV protagonista del nostro test drive: nel corso della prova su strada gli sguardi dei passanti erano tutti attratti dalla Megane RS colore Giallo Sirio. Partiamo con il dire che la Renault Mégane Coupè RS 16V 265 CV è una vettura spinta dal motore 2.0 16V, che oltre a sprigionare 265 CV è capace anche di una coppia massima di 360 Nm; questi valori permettono alla sportiva francese di scattare da 0 a 100 km/h in 6 secondi netti e di toccare una velocità massima di 254 km orari. La sola sigla RS è sinonimo di passione e di alta velocità, anche se bisogna dire che sulla Renault Mégane Coupè RS 16V 265 CV si viaggia in tutta sicurezza grazie ad un’elettronica non invasiva che permette di assecondare la volontà di chi è al volante. In soldoni, se volete spingere, la Megane RS scatta in maniera felina, mentre se volete godervela in modalità turistica, lo potete fare tranquillamente.

La Mègane Coupè RS è un’auto in grado di far felice un appassionato di motori, ed è proprio a questo pubblico che il marchio francese si rivolge, anche perchè la presenza del superbollo potrebbe scoraggiare altri tipi di guidatori. La Mégane Coupè RS è stata recentemente sottoposta ad un restyling che l’ha resa ancora più moderna e grintosa, in linea con l’attuale family feeling del Gruppo Renault. Il frontale è stato ridisegnato, con il cofano motore che integra il grande logo Renault su fondo nero brillante; anche i fari sono nuovi, di forma ellittica, e si allungano lateralmente sui parafanghi. Di serie troviamo poi le luci diurne a LED. L’aspetto aggressivo è dato anche dai cerchi in lega da 19 pollici Steev nero brillante con profilo rosso (optional, costano 1.200 euro), dal deflettore aerodinamico F1 e dal diffusore d’aria in tinta nero brillante. Per non parlare del già citato Giallo Sirio, il colore più caro tra quelli disponibili (800 euro) ma davvero fantastico su di un’auto del genere.

Posteriormente la Renault Megane Coupe RS è caratterizzata dall’ampio scarico centrale che spunta dal diffusore, elementi questi che donano una connotazione molto “racing” alla vettura. Molto belli gli interni, resi unici dalla firma R.S. sul battitacco, sulla strumentazione di bordo e sulla modanatura della plancia. L’esemplare da noi testato è inoltre dotato di sedili sportivi Recaro in cuoio scuro (un optional da 2.000 euro tondi tondi) e dal tetto panoramico fisso (690 euro). La Renault Megane Coupè RS è dotata del sistema multimediale R-Link con schermo touch-screen e del sistema R.S. Monitor 2.0. Questo sistema è utile per monitorare lo stile di guida tenendo conto ad esempio della ripartizione della coppia tra le ruote anteriori oppure per mostrare proprio i diagrammi di accelerazione longitudinale e laterale, la velocità di rotazione dell’albero motore, la potenza istantanea, l’angolo di rotazione del volante o ancora la forza applicata ai pedali.

Su strada la Megane Coupè RS è impeccabile, con le performance garantite dal telaio sportivo Renault Sport, dall’ESP con RS Setting Management (permette di modificare il comportamento dell’ESC) e dalle pinze dei freni Brembo, un marchio di garanzia. Stupendo l’assetto, ottimo per chi adotta uno stile di guida sportivo ma magari un po’ meno comodo se si utilizza quest’auto tutti i giorni per alcune ore, dato che la schiena viene sollecitata abbastanza, soprattutto se il manto stradale non è perfetto. Il cambio manuale è davvero ben realizzato, risponde in maniera prontissima così come lo sterzo, precisissimo in inserimento di curva ma anche in tutte le altre manovre. I consumi non possono certo essere il punto forte di un’auto del genere e nel corso della nostra prova su strada abbiamo percorso circa 11-12 km con un litro di carburante, senza però spingere troppo a fondo il pedale dell’acceleratore. In definitiva un’auto giovane, sportiva, grintosa, che colpisce, pur senza essere troppo estrema. Ben fatto, Renault!

ARTICOLI CORRELATI