Roma Motor Show scalda i motori, tutto pronto per la 63° edizione

Il 12 e il 13 maggio nella Capitale saranno protagoniste le auto con la rassegna dedicata al mondo dei motori. Torna Roma Motor Show, giunto alla 63esima edizione.

È ai nastri di partenza la sessantatreesima edizione del Roma Motor Show. L’appuntamento è sabato 12 e domenica 13 maggio 2018, in via Pietro De Coubertin, nel cuore del quartiere Flaminio del Municipio II. L’edizione di quest’anno, che vanta il patrocinio dell’Automobile Club Italia, del Municipio di Roma II e dell’Unrae, vedrà protagoniste le vetture iconiche del mondo delle quattro ruote e le ultime novità delle più importanti case automobilistiche tra cui Lamborghini, Land Rover, Ford, Jaguar, DR Automobiles, FCA (con Fiat, Lancia, Abarth, Alfa, Jeep), PSA (con Peugeot e Citroen), la concessionaria Autoimport con Opel, Autosport con Suzuki, Area Motori con Volkswagen e Fiori con centro Jeep.

I motori si accendono con qualche giorno di anticipo, il 10 maggio, al Circolo Canottieri Aniene, dove si discuterà dell’evoluzione della mobilità dal punto di vista economico, ambientale e della sicurezza. In questa occasione saranno consegnati i Motor Awards, premi che la testata Motor assegna ad esponenti del settore automotive e non solo. Quest’anno il “Premio Comunicazione Auto Sergio Favìa del Core”, ha visto due vincitori: Marco Alù Saffi, repsonsabile pubbliche relazioni di Ford Italia, e Carlo Leoni, responsabile pubbliche relazioni di PSA Groupe Italia. Ex equo anche per quanto riguarda il “Premio addetto stampa” che vede al primo posto Vadim Odizoff di Mercedes Benz Italia a Stefano Virgilio di Opel Italia.

A Massimo Nalli, presidente Suzuki, il “Premio a un Manager”. Un premio per l’innovazione tecnologica sarà consegnato alla Robert Bosch, mentre il “Premio Manifestazione” andrà a Citroen Italia per la presentazione avvenuta sul Tonale della C3 Aircross. Il World Car Award 2018 è stato vinto dal primo SUV Alfa Romeo, Stelvio. Infine saranno consegnati due “Motor Award alla Carriera” a Marilù Granieri, fino a gennaio capo ufficio stampa di Mazda Italia e al pilota automobilistico Emanuele Pirro.

ARTICOLI CORRELATI
RUOTE IN RETE