Toyota nuova Avensis: Test Drive

Semplice da dirsi, ben più complesso da realizzare: oltre un milione di test sui prototipi per far sì che la produzione in serie parta già “ad errore zero” senza usare i primi clienti come “cavie”. Il design è ben illustrato dal nostro servizio fotografico, l’innovazione è continua e ricordiamo che la gamma Italia sarà formata […]

Semplice da dirsi, ben più complesso da realizzare: oltre un milione di test sui prototipi per far sì che la produzione in serie parta già “ad errore zero” senza usare i primi clienti come “cavie”.
Il design è ben illustrato dal nostro servizio fotografico, l’innovazione è continua e ricordiamo che la gamma Italia sarà formata inizialmente da tre benzina 1600, 1800 e 2000 in grado rispettivamente di erogare 110, 129 e 147 CV ed un turbodiesel da 116 CV (a cui seguirà il D-CAT che riduce le emissioni di NOx e particolato del 50 e 80%!).
Le varianti di carrozzeria, a livello europeo, sono tre, essendo proposta nelle configurazioni berlina quattro porte, liftback cinque porte (non disponibile in Italia) e station wagon, che da noi sarà sicuramente la protagonista.
Un prodotto di qualità ed accattivante, da cui Toyota si attende molto e che la nostra prova su strada ha confermato avere tutte le carte in regola per sfondare.
Solida e di gran contenuti, la nuova Avensis vanta una qualità degna delle migliori tedesche (Audi A4 e Mercedes Classe C hanno solo il marchio in più!) e soprattutto si guida davvero bene.
La meccanica è di primo livello con un cambio ineccepibile, uno sterzo diretto ed un sistema frenante capace di “staccate” improvvise.
Comoda, funzionale (specie la station wagon) e silenziosa, la nuova Avensis propone motorizzazioni adatte al tipo di utenza, con un turbodiesel che brilla per i consumi contenuti ed i benzina in linea con le loro dirette concorrenti.
Nulla da dire sulla plancia né sui comodi sedili ed il valido posto guida. Eccellente pure la visibilità ed il comfort, accentuato da una dotazione di serie davvero notevole. Un “bravo” pure sul versante della sicurezza attiva e passiva, dove sono stati effettuati importanti investimenti.
Una vettura che potrà certamente consolidare la presenza Toyota in Italia e, soprattutto in Europa.

ARTICOLI CORRELATI