Aprilia Shiver e V4 Superbike

Un 2007 ricco di novità in attesa del 2008...

Aprilia Shiver e V4 Superbike. Il sole cocente crea ombre tremolanti su un complesso di capannoni, nella zona industriale di Noale, in provincia di Venezia. Della piccola azienda a gestione familiare fondata da Ivano Beggio nel 1968 ormai non resta più nulla: Aprilia è un produttore affermato, di fama internazionale, che si appresta a produrre nell’annata in corso oltre 130.000 veicoli. Una cosa però è rimasta intatta: la passione. Quella che si respira entrando nel complesso, in ogni singolo reparto, dalla sala prove all’officina. Il segreto di un successo, quello dell’intraprendenza italiana sui freddi calcoli giapponesi. La visita di Infomotori.com agli stabilimenti Aprilia è stata l’occasione per riflettere, assieme a personalità come Roberto Colaninno, Daniele Bandiera, Jorge Lorenzo, Hector Barbera ed Alex De Angelis, sul futuro del marchio Aprilia e dell’intero Gruppo Piaggio. E, stando a quanto visto, nei prossimi anni ci sarà di che discutere… Obiettivo affidabilità La prima tappa del nostro viaggio nel mondo Aprilia è il reparto test, dove varie sale prova testano ogni parte della moto o dello scooter, dal forcellone al telaio, al veicolo intero. Si passa dal controllo della rumorosità alle prove di fatica su singoli componenti, passando per la simulazione di una gara in circuito con annesse sollecitazioni, frenate e cambi marcia. Il perchè di una struttura del genere è presto detto: secondo Leo Mercanti l’obiettivo primario di Aprilia è “costruire moto che soddisfino gli utenti, anche sotto il profilo dell’affidabilità”. Migliaia di chilometri quindi, prima al banco prova e poi su strada e pista.

V4 al banco Su vari banchi prova abbiamo potuto ammirare il nuovo V4 Race Machine, di cui vi abbiamo parlato dopo la presentazione all’EICMA 2006. Il nuovo motore equipaggerà la moto destinata a competere nel campionato mondiale Superbike, dopo gli incoraggianti risultati raccolti durante l’impegno con la bicilindrica RSV 1000. Questa volta siamo però in grado di aggiungere qualcos’altro oltre ai freddi dati tecnici: in laboratorio infatti sono già stati allestiti vari muletti (i cosiddetti “P0” e “P1”) con meccanica e quote ciclistiche praticamente definitive. La linea invece è, per quel poco che si è visto, un’evoluzione delle forme aggressive di RSV 1000, con molti particolari in carbonio e componentistica al top. Le sospensioni dell’esemplare visto sono Ohlins, il telaio è in alluminio, mentre l’impianto frenante Aprilia prevede pinze radiali e dischi di cospicuo diametro. Lo scarico è uno solo, con silenziatore in posizione tradizionale sul lato destro, di diametro generoso con una doppia uscita. Non sappiamo se si tratta dell’elemento definitivo, di sicuro c’è che il rombo emesso con delle rapide sgasate è di quelli che non si dimenticano facilmente: un urlo, una velocità impressionante nel prendere giri ed una tonalità che non nasconde affatto gli oltre 200 cavalli erogati.

Variazioni sul tema Shiver La protagonista della conferenza stampa, ossia l’Aprilia SL Shiver 750, era ben presente sia nel reparto prove che nel laboratorio di modellatura. Accompagnati dal designer Miguel Galluzzi, persona di una gentilezza e di una competenza uniche, abbiamo potuto osservare sia una versione accessoriata con cupolino trasparente e borse laterali da viaggio, che il prototipo della Shiver “semicarenata”, con un cupolino protettivo leggermente esteso anche sui fianchi della moto per proteggere pilota e passeggero con accezzione più spiccatamente turistica. Altro interessante prototipo è la supermotard sempre su base Shiver, caratterizzata da una linea ancora più corsaiola, dai paramani sul manubrio rialzato e, prevedibilmente, da una diversa taratura di motore e rapporti. Shiver è infatti la prima di una famiglia di modelli, che prevederà fra le altre cose anche una grossa naked con motore di 1.200 cc, presumibilmente un 4 cilindri a V. Junior GP 450 Il reparto prototipi sta facendo gli straordinari, a quanto pare. Sopra un sollevatore idraulico, due meccanici lavoravano all’assemblaggio di un modello che potrebbe, secondo noi, sconvolgere il mercato. Una sportiva, in tutto simile alla piccola RS125, ma motorizzata con il bicilindrico da 450 cc impegnato nel cross, nell’enduro e nel motard. Una moto agile, leggera, adatta ai principianti ma anche a chi non vuole rivolgersi alle superbike stradali. Un progetto che potrebbe essere molto più sensato di molte proposte da 180 cavalli, tanto belle da ammirare quanto inutili su strada.

Le corse nel sangue Oltre al già citato impegno nel Mondiale Superbike 2008 con il V4 Race Machine, Colaninno ha espresso la volontà di rientrare da protagonisti nel mondo della MotoGP. Aprilia domina le classi 125 e 250, ha sempre avuto le competizioni nel suo DNA, e merita un posto di spicco nella massima espressione del motorismo su due ruote. Ancora incerte sia la data di debutto che le caratteristiche della nuova moto, anche se i due esemplari di RS Cube fotografati, uno dei quali con carenatura totalmente nera e qualche modifica, fa pensare che si stia lavorando sulla base della tre cilindri sviluppata qualche anno fa. A gonfie vele Tante nuove proposte non possono che essere suffragate da una situazione, societaria ed economica, confortante. Aprilia è un’azienda che produce utili (+14,2% nel primo trimestre 2007), il Gruppo Piaggio è davanti a tutti in Europa, e ci sono di conseguenza le basi per investire molto sia in quanto a strutture che sul fronte dei nuovi modelli. A breve inizierà la costuzione di uno stabilimento in Vietnam, vicino a Saigon, destinato alla produzione della Vespa. Entusiasta Colaninno, che considera il paese asiatico come uno dei più attivi e dinamici sul fronte delle due ruote. Aprilia SL Shiver 750 arriverà invece sul mercato a giugno, con un listino provvisorio di 8.000 euro, mentre per maggiori informazioni vi rimandiamo al nostro test drive

.

Aprilia Shiver and V4 Superbike New surprises for 2007 and 2008… This time Infomotori.co.uk went to visit the Aprilia Italian industry, in Noale, near Venice. Aprilia is an Italian motorcycle company, owned by Piaggio as part of the world’s fourth largest motorcycle manufacturer. Aprilia started as a scooter manufacturer, but has more recently come to be known for its race-winning sportsbikes. The Italian motorcycle manufacturer was founded immediately after the Second World War by Cavaliere Alberto Beggio, as a bicycle production factory at Noale, Italy in the province of Venice. Alberto’s son, Ivano Beggio, took over the helm of the company in 1968 and he constructed a 50 cc “motorcycle” with a dozen or so collaborators. Now Aprilia is a successfull worldwide renowned motorbike manufacturer, whose products are appreciated all over the world. Infomotori.co.uk caught this occasion to discuss with such managers as Roberto Colaninno, Daniele Bandiera, Jorge Lorenzo, Hector Barbera and Alex De Angelis about Aprilia’s future…what ended up is the future is going to surprise ueverybody! Reliablity Our visit starts from the Test Department, where every part of motorbikes or scooters are tested everyday. Firstly the noise check, then the check of the efficiency of every each mechanical elements, and eventually the simulation of a challenge on the track. This complex strusture represents the main aim of Aprilia and its core philosophy: Leo Mercanti remarks that the main aim is that of offering a reliable motorcycle capable of satisfying every rider. V4 Test Among the different tests, we could admire the great new V4 Race Machine. The new engine will equip the motorbike which is going to compete in the Worldwide Championship. Shiver The protagonist of the press introduction was Aprilia SL Shiver 750. Designer Miguel Galluzzi accompanied us to watch two different version of the Shiver: the first one is equipped with a transparent windshield and side travel bags, the second one features a protective windshield, lighlty extended tworads bith sides to better protect the rider and the passenger. Another very interesting proptotype is for sure the supermotard based on Shiver, characterized by a more sporting design and, probably, an enhanced power. As a matter of fact, Shiver is the first of a wide set model range, which is said to include also a big naked with a 1200 cc unit, probably 4 V cylinders. Going strong All these new proposals are obviously sustained by a particularly successful economical situation. Aprilia got +14,2% in the production of the first three months of 2007), while Piaggio Group is the first one in Europe.

Tag:, ,
ARTICOLI CORRELATI
RUOTE IN RETE