Motogp a Jerez De La Frontera

Si torna nel vecchio continente per il Gran Premio di Spagna; gli italiani cercano riscossa

A Jerez de la Frontera, comune con oltre duecentomila abitanti situato nel sud della Spagna, si disputerà il primo Gran Premio della stagione in Europa dopo la prima entusiasmante gara dell’anno corsa in notturna in Qatar. La stagione è cominciata da poco ma è già infiammata, complici anche i risultati della prima disputa in Qatar. Rossi indica lo spagnolo Lorenzo come il suo primo rivale per questa stagione, sia per le doti del giovane pilota che per il fatto che corrono sulla stessa moto. Valentino assicura che i suoi detrattori dovranno attendere a lungo prima poterlo dichiarare “vecchio” e quindi fuori dai giochi ma è evidente che tenere testa a certe nuove – o comunque fresche – leve non è impresa facile. A Jerez potrà dimostrarlo. Capirossi, invece, di certo non è vecchio ma a 35 anni è ormai lo “zio” della MotoGP. L’esordio in Qatar non è stato brillante ma ora si scommette sulla gara nel circuito iberico dove, secondo Loris, bisogna lottare per il podio. E di certo, sarebbe per il pilota italiano un bel regalo, visto che il 4 aprile si troverà nel dantesco punto di mezzo del cammino. L’altro italiano – Melandri, portacolori per la Casa di Borgo Panigale – ha bisogno di riscattare le 10 posizioni di distanza collezionate in Qatar rispetto al primo posto del compagno di squadra Stoner. E’ fiducioso e assicura che con la moto è stato trovato il giusto set-up; perciò punta a partire fra i primi, condizione per poter fare una buona gara. L’augurio è sempre lo stesso, “vinca il migliore”; la speranza è che, ovviamente, sia italiano!

ARTICOLI CORRELATI
RUOTE IN RETE