Piaggio Vespa Navy

La famiglia Vespa Vintage si arricchisce delle nuove versioni Navy. La mobilità di ogni giorno diventa pura eleganza senza rinunciare alla praticità

Vespa LXV Navy e Vespa GTV Navy. Le famiglie LXV e GTV si ampliano con le versioni Navy, per rendere più accessibile e fruibile ogni giorno eleganza e stile inimitabili. Nate nel 2006, per celebrare il sessantesimo compleanno di Vespa, Vespa LXV e Vespa GTV recuperano, reinterprentandoli, gli elementi più caratteristici degli anni ’50 e ’60 nella loro forma e nella loro funzione. Lo stile ineguagliabile e il successo commerciale ottenuto hanno posto le versioni LXV e GTV tra i modelli che hanno fatto la storia di Vespa. Le ultime nate della famiglia Vespa sono personalizzate in un brillante colore metallizzato Blu Midnight, in abbinamento a una nuova sella realizzata con due diversi tipi di rivestimento in colore sabbia. Chi vuol distinguersi ma allo stesso tempo non vuol rinunciare ad un utilizzo quotidiano e informale di un mezzo tanto elegante, troverà interessante il posizionamento del prezzo: Vespa LVV Navy è già disponibile a 2.600 euro (versione 50 cc) e 3.400 euro (la 125 cc). Vespa GTV Navy è in vendita a 4.400 euro (125 cc) e 5.100 (250 cc). Prezzi F.C. Iva inclusa. Vespa LXV Navy Vespa LXV Navy è un tributo alla generazione Vespa degli anni ’60. Il gruppo ottico rimane nella posizione originale, solidale al manubrio, come sugli scooter degli anni a cui lo stile della famiglia LXV si ispira, ma in una versione più snella e minimale, per evidenziare il manubrio a vista e alleggerire tutta la parte anteriore del veicolo. La strumentazione è composta da un elemento analogico racchiuso in una cornice cromata, mentre la grafica, totalmente inedita, riprende quelle in voga negli anni ’60. Il manubrio in vista è costituito da un tubo cromato. La sella, come sui primi modelli, mantiene la separazione fra la porzione riservata per il guidatore e quella per il passeggero. Vespa LXV Navy adotta la dotazione tecnica della serie LX, Vespa degli anni 2000. La ruota anteriore da 11″, il freno a disco anteriore e due modernissime ed ecologiche motorizzazioni in due cilindrate che hanno fatto la storia di Vespa: 125cc (4 tempi, Euro 3) e 50 cc (2 tempi).

Vespa GTV Navy La carrozzeria portante, realizzata in acciaio, è l’elemento di continuità su cui si basa la forza di Vespa, la sua caratteristica fondamentale che, da sempre, la rende diversa da ogni altro scooter. Gli interventi per la realizzazione della famiglia GTV hanno riguardato tutti quei particolari che nel corso del tempo hanno subito le modifiche maggiori, per adeguarsi all’evoluzione delle tecnologie e alle tendenze stilistiche delle varie epoche. Il riposizionamento del fanale sul parafango vuole essere un esplicito richiamo alle origini. La stessa operazione è stata compiuta sul manubrio che, sulla prima Vespa, si caratterizza per la semplicità del tubo metallico a vista. Il tachimetro/contachilometri si compone di uno strumento analogico circolare, con una grafica discretamente retrò, integrato da un moderno display digitale. Il doppio ammortizzatore posteriore, i due freni a disco, le grandi ruote da 12″ conferiscono sicurezza e comfort nell’uso cittadino. Vespa GTV Navy arriva sul mercato in due cilindrate: 125 e 250 cc. Entrambi i propulsori sono modernissime unità 4 tempi, con distribuzione a quattro valvole e raffreddati ad acqua al top di prestazioni nelle rispettive cilindrate e in linea con la normativa antiemissioni Euro 3.

Tag:
ARTICOLI CORRELATI
RUOTE IN RETE